Bimbo investito dall'auto della madre muore

Bimbo investito dall’auto della madre muore

Una storia straziante quella del piccolo di 6 anni, investito dall’auto della mamma dopo che lei lo aveva abbandonato in un parco naturale.

Una tragedia che ha spezzato la giovane vita di un bambino di appena sei anni, quella che è accaduta nella riserva naturale della contea di Preble (Ohio), ma quello che è ancora più doloroso e per come si sono svolti i fatti. La mamma del piccolo infatti, aveva deciso di non volerlo più, e l’aveva portato in quel parco con l’intenzione di abbandonarlo. James Robert Hutchinson, questo è il nome del piccolo di sei anni, era in compagnia della mamma Brittany Gosney, di 29 anni.

La mamma lo abbandona nel parco, e per cercare di tornare viene investito dall’auto

La donna insieme al compagno James Hamilton dovrà rispondere davanti alla giustizia del terribile reato di omicidio premeditato.

Le indagini svolte dalle forze dell’ordine hanno dato un quadro ben preciso della vicenda: La donna infatti, si era recata nel parco naturale con l’intenzione di sbarazzarsi del proprio figlio, abbandonandolo da solo. Peccato che non ha tenuto conto della reazione del bambino. Infatti James una volta che è sceso dalla macchina ha notato il mezzo guidato da sua madre allontanarsi, e cosi ha deciso di rincorrerla.

Dopo la tragedia la mamma cerca di sbarazzarsi del corpo del piccolo

Come viene riportato dai giornali locali, l’omicida ha cercato inizialmente di difendersi affermando di aver trovato il corpo del suo bambino steso lungo la strada e che avesse un trauma cranico, dopodiché l’ha portato a casa. Le forze dell’ordine però non hanno creduto a questa versione, e dopo ore di interrogatorio Brittany ha ceduto raccontato la verità nuda e cruda senza risparmiare i dettagli, dichiarando di essere stato investito dall’auto di sua proprietà .

La donna, come lei stessa ha dichiarato alle autorità , quando ha visto che il bambino cercava di corrergli incontro ,l’ha travolto con la sua automobile trascinandolo per parecchi metri lungo la strada. Dopo aver causato la morte del bambino, Brittany aveva deciso di sbarazzarsi del corpo gettandolo all’interno di un fiume sperando che la corrente lo portasse via.

La denuncia della scomparsa è stata fatta dalla stessa donna

Dopo che il bimbo è stato investito dall’auto, a denunciare la sparizione del piccolo James, risulta essere stata la stessa Brittany, dopo parecchie ore dall’omicidio, inventando poi la storia iniziale del trauma cranico, però essendoci troppi buchi nel racconto della donna, la polizia non gli aveva creduto minimamente. Ora la donna si trova in carcere. Stessa sorte per il marito che si trova agli arresti con l’accusa di soppressione e occultamento di cadavere. Infatti le indagini hanno dimostrato che l’uomo ha aiutato la donna a far sparire il corpo del bambino, che al momento non si riesce ancora a trovare.

Articolo Precedente

Montecassiano, svolta nelle indagini su Rosina Carsetti

Articolo Successivo

Botte in chiesa durante un battesimo: Calci e pugni per fare le foto con il bambino