Robadasocial.it
Magazine di notizie curiose dal mondo

Black Friday: cosa c’è dietro, shopping o patologia?

Il Black Friday è arrivato: siamo martellati da mille offerte diverse. Convenienti, da cogliere al volo. Ma è solo voglia di fare shopping o proprio una patologia?

Black Friday: cosa c’è dietro la voglia di comprare?

Oggi è il Black Friday. Il venerdì d’oro per fare affari. Noi ci siamo chiesti cosa ci sia dietro la tendenza dell’acquisto. Se sia veramente solo voglia di shopping o ci sia dell’altro. Il risultato delle nostre ricerche fa un pò riflettere.

Dai dati in nostro possesso, emerge che il 6% degli italiani soffre di dipendenza da acquisto. E 7 su 10 di queste persone sono, ovviamente, donne. Un fenomeno che rientra nella categoria dei disturbi ossessivo compulsivi.

Ma quali sono i segnali per capire se anche voi ricadete in questa descrizione o no? Scopriamoli insieme, per scoprire se la vostra voglia di Black Friday è solo un capriccio o se dietro si nasconde dell’altro.

Lo si potrebbe definire l’appuntamento più atteso. La febbre degli acquisti interessa tantissime persone. Tutte pronte a prendere letteralmente d’assalto negozi ma soprattutto shop virtuali, dove fare affari è assicurato.

Dietro, il desiderio di accaparrarsi qualcosa di tanto desiderato a un prezzo scontato. Ma non solo. Le piattaforme di e-commerce vanno completamente in tilt e secondo i dati dell’Osservatorio Compass, società di credito del Gruppo Mediobanca.

E la ragione non è esclusivamente quella di fare affari. Stando all’indagine sui consumi e le preferenze degli italiani, infatti, il 94% di essi dichiara di conoscere il Black Friday e di fare acquisti in quel giorno.

Circa metà degli italiani conferma che approfitterà di questa giornata per acquistare i regali di Natale in anticipo. Ma tutta questa corsa allo shopping sarà sana? O nasconderà anche qualcosa di patologico?

Si tratta solo di un capriccio oppure c’è dell’altro alla base?

Black Friday e shopping compulsivo

Secondo quanto riportato da eBay, quest’anno il venerdì nero saranno oltre 20 milioni le persone che faranno shopping. Il giro d’affari? Circa 2 miliardi e 380 milioni di euro. La voglia di comprare però nasconde qualche preoccupazione.

Per chi soffre del disturbo compulsivo ed è dipendente dagli acquisti, questo è un giorno assai complicato. Internet, le nuove dipendenze come shopping e gioco d’azzardo sono problematiche di cui soffre circa il 6% della popolazione.

Si tratta di un fenomeno in continua crescita che necessita di essere attenzionato. Questo perché può sfociare in gravi problematiche economiche e sociali da non sottovalutare e prendere sotto gamba.

Lo shopping compulsivo causa spesso stress e problemi sul lavoro, in famiglia oltre che difficoltà finanziarie. All’impulso irrefrenabile dell’acquisto segue sempre un senso di piacere e gratificazione.

Precedente al comportamento compulsivo è spesso uno stato di tristezza, frustrazione e solitudine che vengono scalzati al momento dell’acquisto da euforia estrema e senso di onnipotenza.

Black Friday: come capire se si è patologici o se fare shopping è solo un piacere?

Ma come si fa a comprendere se il nostro desiderio di fare shopping è normale o se siamo già dentro una patologia? Secondo la studiosa S.L. McElroy le indicazioni base sono diverse.

Quando l’impulso all’acquisto è insensato e accompagnato da una sensazione di desiderio irrinunciabile, si è davanti a un problema di questo tipo. Lo si è anche quando si percepisce l’acquisto come non necessario ma lo si deve per forza concludere.

Un altro segnale importante descritto dalla McElroy è quello secondo cui l’impulso all’acquisto causa ansia e stress seguiti da tristezza ed euforia. Sensazioni molto forti che non lasciano alcun dubbio in questo senso.

Un ultimo indicatore è determinato da quanto queste sensazioni entrano a far parte della vita quotidiana. Se modificano la vita lavorativa, incrementando le difficoltà finanziarie.

C’è per ultimo da preoccuparsi quando l’acquisto riguarda cose che non ci servono, che non sono utili, di cui non abbiamo alcuna necessità.

In tutti questi casi, l’acquisto è compulsivo e forse è meglio stare lontani da ogni Black Friday!

© Riproduzione riservata
Potrebbe interessarti anche:

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Supponiamo che tu stia bene con questo, ma puoi annullare l'iscrizione, se lo desideri. Accetta Leggi Tutto