Take a fresh look at your lifestyle.

Cani: scatta l’obbligo di museruola nelle aree pubbliche

Cani, a Milano potrebbe scattare l'obbligo di museruola anche nelle aree dedicate. La motivazione però non avrebbe basi scientifiche distinguendo i cani sulla base della loro aggressività presunta

0 52

Cani da compagnia – Dopo ben 14 anni il regolamento comunale che tutela il benessere degli animali vede la luce, a Milano. Finalmente è arrivato il momento per l’obbligo della museruola in luoghi pubblici, peccato che non sia stato esente da tantissime polemiche che non lo vedono di buon occhio.

La ragione, sarebbe, che il regolamento prevedrebbe l’obbligo, per alcune razze, di utilizzare la museruola anche all’interno delle aree cani. Nel mirino, infatti si allude alla lista di “razze pericolose”, terreno di scontro da anni della lotta animalista.

Tra queste, ci sarebbero:  dogo argentino, pitbull, rottweiler, american staffordshire terrier, bull terrier, cane corso e cane lupo cecoslovacco. Un elenco di cani considerati a rischio di aggressione, stando quanto dichiarato.

La legge nazionale italiana non fa alcuna distinzione di razza. Non è possibile infatti in maniera scientifica stabilire una lista di razze sulla base della loro aggressività.

Ecco perché il regolamento del comune milanese desta polemiche anche piuttosto dure. Perché si baserebbe su un presupposto non del tutto valido, nemmeno a livello scientifico.

Cani aggressivi: il parere dell’etologo

- Advertisement -

Sul caso intervengono anche gli etologi, che appunto studiano il comportamento animale. La norma che prevede la museruola anche nelle aree per cani, è una pretesa assurda secondo alcuni.

Senza che ci sia stata alla base una valutazione sulle razze, supportata da criteri scientifici, per gli etologi è impensabile. Il rischio è quello di far passare ad alcune razze di cani una vita poco dignitosa solo per una questione ideologica.

La museruola può essere un deterrente ed è giusto non demonizzarla e condannarla a tutti i costi. Ma pensare che debba essere utilizzata solo perché un cane appartiene ad una razza è impensabile.

Tutti i cani dovrebbero saperla portare ma non significa che debbano indossarla sempre. E’ chiaro che ci sono circostanze che lo richiedono ed è bene tenerne conto. Un esempio possono essere i mezzi pubblici.

Insomma, ci sembra di capire che la bozza così per come è stata concepita non risolva alcun problema, anzi. Ne crei uno ai cani che fanno parte di una lista stilata senza alcuna evidenza scientifica.

Pensare che un pitbull sia pericoloso solo in quanto pitbull è non solo sbagliato, ma crea anche un vero e proprio pregiudizio. Per il momento il regolamento non è ancora stato pubblicato: si spera che si possa cambiare qualcosa per evitare di creare un problema ulteriore invece di risolverlo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.