20.3 C
Roma
domenica 16 Maggio 2021

Carmagnola, Alexandro Riccio toglie la vita alla moglie e al figlio: “Vi porto con me”

39enne uccide sua moglie e suo figlio. Prima di tentare il suicidio Alexandro Riccio decide di lasciare un lungo biglietto nei confronti della sua famiglia

Carmagnola Alexandro Riccio toglie la vita a sua moglie e a suo figlio lasciando un biglietto prima di uccidersi. Una strage che a Torino nessuno si sarebbe mai aspettato dal 39enne che ha sterminato durante la notte tutta la sua famiglia.

Sua moglie Teodora Cassanta è stata uccisa con diversi corpi contundenti, gli stessi utilizzati da Alexandro assassinare alla gola suo figlio Ludovico. Una scena agghiacciante proprio come riportato dagli investigatori che, ha lasciato tutta la cittadina di Carmagnola visibilmente scioccata.

Alexandro Riccio ha così lasciato un lungo biglietto prima di cercare in vari modi di togliersi la vita. Il 39enne infatti, dopo aver ucciso sua moglie e suo figlio di 5 anni, ha scritto un messaggio e in seguito si è gettato dal balcone.

Carmagnola, Alexandro Riccio toglie la vita alla moglie e al figlio: “Vi porto con me”

Una scena paurosa quella che hanno ritrovato gli investigatori all’interno della casa. Il padre di famiglia prima di gettarsi dal balcone di casa, ha cercato di tagliarsi le vene dei polsi e di bere un liquido di cui ancora non sappiano nulla.

La caduta al balcone, ha provocato in Alexandro la frattura di una vertebra, dello sterno e della caviglia. Riccio ora si trova all’interno dell’ospedale in stato di fermo e piantonato dai militari dell’Arma.

Carmagnola Alexandro Riccio

Il 39enne all’interno del biglietto aveva dichiarato il forte sentimento provato nei confronti di sua moglie ma anche di suo figlio. I carabinieri sono intervenuti durante la nottata del 28 Gennaio, allertati dalle fortissime grida di lamento provenienti dalla casa di Riccio.

A parlare di Alexandro Riccio sono i titolari del bar tabaccheria vicino la casa della coppia: “Veniva spesso al nostro bar con suo figlio, sembrava una persona tranquilla. Erano una bella famiglia. Siamo increduli. Domenica scorsa erano tutti qui. Lui era preoccupato per la pandemia e per il lavoro, ma erano i soliti discorsi che fanno i clienti in questo periodo. Siamo increduli per quanto accaduto”.

Un massacro che i vicini di Via Barborox e i conoscenti della famiglia non si aspettavano minimamente e che ha lasciato di stucco tutta Carmagnola.

Altre news
Potrebbero interessarti