Condannati genitori
LIVE

Condannati genitori per violenze: A 15 anni maltrattata perché lesbica

Ragazza di 15 anni maltrattata dai propri genitori perché lesbica. A distanza di diversi anni arriva finalmente la condanna nei confronti del padre e della madre complice del marito.

Condannati due genitori per aver maltrattato la figlia di appena 15 anni a causa del suo orientamento sessuale. Il tutto è accaduto nel 2011 ma finalmente dopo diversi anni è arrivata la condanna di rispettivamente 8 anni per il padre e 2 per la madre.

Il genitore infatti, avrebbe violentato la figlia quando ancora era minorenne punendole proprio perché lesbica. La mamma invece, è stata condannata per complicità ed entrambi dovranno rispondere di maltrattamenti, stalking e nel caso del padre, anche di violenza sessuale su minore.

I genitori erano convinti di dover punire la loro rispettiva figlia perché lesbica, arrivando al punto di picchiarla diverse volte. Il padre nel 2011 avrebbe infatti abusato di lei che in quell’anno aveva solamente 15 anni.

Condannati genitori per violenze: A 15 anni maltrattata perché lesbica

A intervenire per fermare questa macabra “punizione” è stata la Procura di Termini Imerese che, fin dal primo momento ha richiesto la condanna per entrambi i genitori. A richiedere una durissima pena di otto anni per il padre e di due per la madre, è stato il Pubblico Ministero.

Condannati i genitori con l’accusa di maltrattamenti e stalking, per il padre c’è anche l’aggiunta di violenza sessuale nei confronti di una ragazza minorenne. Il processo che si sta svolgendo con il rito abbreviato ottenendo la prossima udienza nel mese di Giugno.

La madre avrebbe ripetutamente gridato “meglio morta che lesbica” nei confronti della figlia prima di chiuderla nella sua camera. La stessa camera dove il padre abusava violentemente di lei giustificando il tutto come una vera e propria “punizione”.

Condannati genitori

Condannati genitori per maltrattamenti nei confronti della ragazza che, all’epoca di soli 15 anni erano iniziati quando la famiglia aveva scoperto il reale orientamento sessuale della giovane. La denuncia per abusi sessuali e per maltrattamenti però, sarebbe stata fatta solo nel 2016 quando la ragazza era ormai maggiorenne e lontana dai propri genitori.

La ragazza avrebbe così raccontato quella che era una vera e propria spedizione punitiva da parte dei suoi due genitori. Lei stessa ha così spiegato: “Vennero a prendermi a scuola e mentre eravamo in macchina mi picchiavano”. Una volta tornato in casa, il padre si sarebbe così spogliato dichiarando: “Questo devi guardare, non le donne”.

Articolo Precedente

Il parto naturale che ha commosso il mondo

Articolo Successivo

Bologna, minacce di morte e insulti a persone trans: Il tutto durante un incontro online