21.2 C
Rome
mercoledì 27 Maggio 2020

Conflitti familiari durante la quarantena

Oggi vogliamo parlarvi di un argomento che riguarda i conflitti familiari. La quarantena per pandemia da Coronavirus impone la convivenza forzata che può far sorgere incomprensioni così si deve imparare a gestire i conflitti familiari. O meglio le famiglie devono recuperare tale capacità per ripristinare l’armonia. È importante dunque che tutti imparino a risolvere incomprensioni, malintesi, litigi per evitare di guastare i rapporti tra i membri della famiglia.

Nel corso dell’isolamento possono scaturire diversi tipi di conflitti familiari a causa del divieto di uscire e di distrarsi. Per gestire i conflitti familiari è meglio evitare un atteggiamento aggressivo oppure fuggire. Si deve invece optare per un comportamento più prudente e ragionevole. Solo così si assicura la serenità familiare, con effetti positivi anche sullo stato di salute psicologica di ogni membro della famiglia. Tra i soggetti più esposti a vivere in una condizione di conflittualità ci sono gli adolescenti.

Questo tipo di conflitti può essere di natura intrapsichica se il disagio si dissipa nella psiche del soggetto. Ma possono sorgere anche dei conflitti di tipo interpersonale se coinvolgono altri individui che fanno parte di un stesso gruppo. Nei diversi contesti sociali in conflitto si creano delle dinamiche differenti in base all’attivazione di vari fattori quali: psicologici, sociali, relazionali, culturali.

i conflitti familiari durante la quarantena: elaborare la rabbia e mediare

Un atteggiamento maturo per risolvere la conflittualità non consiste nell’evitare qualsiasi tipo di scontro o di vincere a tutti i costi. In caso di fuga si rivela una grande incapacità di gestire i rapporti con gli altri. Mentre chi vuole sempre aver ragione soccombe spesso alla rabbia. Questo sentimento può essere catartico se gestito bene diventando così un sentimento liberatorio.

Se invece si reprime può generare stress e frustrazione. Quindi si deve imparare ad elaborare la rabbia per avviare una corretta gestione del conflitto. Per prima cosa si deve risalire ai motivi che hanno scatenato la rabbia, in modo da favorire la loro rimozione. Inoltre è necessario tentare di capire le ragioni degli altri, mettendosi nei loro panni. Attraverso un punto di vista oggettivo si può valutare se le loro motivazioni sono accettabili.

Nel corso della gestione della rabbia è importante alla fine trovare un mezzo per esprimerla attraverso la comunicazione. Così si potrà rivelare il proprio malessere psicofisico senza alcun timore.

Si raggiunge così una tappa fondamentale nella gestione dei conflitti familiari che interessano persone di età differente e con una diversa visione del mondo. Si richiede maggiore capacità critica e di analisi in questo momento critico a causa della pandemia da Coronavirus soprattutto alle persone adulte della famiglia. Queste dovranno assolvere al meglio al ruolo di mediatori tra i membri del nucleo familiare, recuperando la grande potenza del dialogo.

Si deve imparare a: comunicare, ascoltare, mediare. Queste virtù devono essere recuperate dalle famiglie che spesso non hanno tempo per fermarsi a parlare o per affrontare i problemi. Si deve recuperare nella società moderna una maggiore obiettività ed intelligenza emotiva per non diventare preda della rabbia e dei ricatti dell’amore usati per per ottenere la vittoria in un conflitto. Un tipo di manipolazione affettiva a cui fanno ricorso soprattutto bambini, adolescenti ed anziani.

Per risolvere un conflitto familiare, o che interessa un altro gruppo sociale, è bene tener sempre presente che non ci sono vincitori né vinti facendo leva sulla mediazione tra diversi bisogni.

Latest news

Ecco come l’umore influenza la salute

Diverse conferme suggeriscono che l'umore influenza la salute anche in modo pesante, determinando a volte lo sviluppo di condizioni di tipo patologico....
- Advertisement -

9 segnali che indicano la presenza dello stress e che non andrebbero mai sottovalutati

Nonostante si tratti dell'artefice di diversi disturbi dell'uomo, spesso si è portati a non considerare i segnali che indicano la presenza dello...

Trovare delle scuse: un’abitudine che rivela molto della personalità

Alcune persone sono propense più di altre a trovare delle scuse, dei pretesti e delle giustificazioni. Più che un comportamento infantile, si...

Più di 20 mila italiani chiedono di fare i braccianti: gli effetti economici del Coronavirus

Se da una parte le aziende agricole hanno lanciato l'allarme per la carenza di manodopera, dall'altra più di 20 mila italiani chiedono...

Related news

Ecco come l’umore influenza la salute

Diverse conferme suggeriscono che l'umore influenza la salute anche in modo pesante, determinando a volte lo sviluppo di condizioni di tipo patologico....

9 segnali che indicano la presenza dello stress e che non andrebbero mai sottovalutati

Nonostante si tratti dell'artefice di diversi disturbi dell'uomo, spesso si è portati a non considerare i segnali che indicano la presenza dello...

Trovare delle scuse: un’abitudine che rivela molto della personalità

Alcune persone sono propense più di altre a trovare delle scuse, dei pretesti e delle giustificazioni. Più che un comportamento infantile, si...

Più di 20 mila italiani chiedono di fare i braccianti: gli effetti economici del Coronavirus

Se da una parte le aziende agricole hanno lanciato l'allarme per la carenza di manodopera, dall'altra più di 20 mila italiani chiedono...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here