21.2 C
Rome
mercoledì 27 Maggio 2020

Coronavirus e malattia di Kawasaki: a New York diversi bambini positivi hanno manifestato la sindrome

Ulteriori conferme arrivano da New York che segnalano una relazione diretta tra Coronavirus e malattia di Kawasaki. Si tratta di una sindrome rara, come indicato dal database Orpha.net, con un’incidenza annuale in Europa di 1/6.500 – 20.500, mentre i casi sono più numerosi nella popolazione asiatica. Nell’ultimo periodo si è registrato un aumento dei casi di bambini positivi o con anticorpi anti Coronavirus e con la malattia di Kawasaki.

Il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo è stato il portavoce di tale notizia, infatti ha segnalato che si sono registrati circa 100 casi e 3 decessi. Una casistica che ha fatto scattare una certa allerta, tanto da spingere il mondo medico ad eseguire degli approfondimenti per accertare la correlazione tra Coronavirus e malattia di Kawasaki.

Di fatto, in diverse parti del mondo arrivano dati simili sulla compresenza di Coronavirus e malattia di Kawasaki, con casi verificatisi in bambini quasi sempre positivi o con anticorpi contro il SARS-CoV-2. Sono giunte notizie di tale casistica dapprima in UK, poi in Spagna ed in Italia (soprattutto a Bergamo), ora sono gli USA ad annunciare un incremento di questa patologia nei bambini.

La sindrome di Kawasaki colpisce soggetti di età pediatrica, e si caratterizza per la manifestazione di febbre spesso molto alta in associazione ad ulteriori sintomi di tipo infiammatorio che interessano diversi distretti anatomici; in caso di malattia di Kawasaki compaiono: erosioni orali, eruzioni cutanee, edemi a livello degli arti.

Il decorso del quadro clinico può andare incontro, anche se in rari casi, a sviluppo di problemi cardiaci oppure disturbi a carico delle articolazioni maggiori. I soggetti maggiormente colpiti sono i bambini fino a 5 anni di età, talvolta può sfociare in alcune complicanze severe come la cardiopatia acquisita nei bambini.

Coronavirus e malattia di Kawasaki

La pandemia da Coronavirus ha significativamente incrementato il numero dei casi, coinvolgendo un target di bambini più grandi, colpendo addirittura i giovani di 21 anni, è molto probabile dunque che la patologia pediatrica sia correlata all’infezione virale. Ma è incoraggiante la risposta che i giovani pazienti mostrano dopo la somministrazione della terapia, come confermato dal virologo Crisanti.

L’allerta Coronavirus e malattia di Kawasaki recentemente ha interessato la città di New York, dove ci sono stati i 52 dei casi rilevati, di cui 25 con positività al Coronavirus e 22 con anticorpi. Una paura che ha spinto Oxiris Barbot, considerato uno dei migliori medici della città, a rivolgere un appello diretto ai genitori nel quale segnala di fare attenzione ai tipici sintomi della sindrome (febbre, poca reattività, mancanza di appetito, eruzioni cutanee, lingua arrossata) che non devono essere trascurati.

È sempre più plausibile una stretta dipendenza tra Coronavirus e malattia di Kawasaki, quest’ultima sembrerebbe una complicanza del Covid-19, anche se la sindrome pediatrica ha la capacità di sorgere anche in modo del tutto indipendente.

Nello Stato di New York ad essere maggiormente colpiti dalla malattia di Kawasaki sono sia i neonati sia gli adolescenti, a quanto pare i malati presentavano gli anticorpi oppure risultavano positivi al Covid-19, ma quelli non erano i sintomi evidenziati quando sono entrati in ospedale.

Solo attraverso i test anticorpali è possibile connettere la diagnosi di sindrome di Kawasaki con l’infezione virale nei bambini, forse perché la sindrome si manifesta a distanza di qualche settimane dopo il contagio. Dunque solo il test anticorpale consente di notare nell’organismo dei giovani pazienti la produzione di anticorpi per combattere il patogeno virale.

Anche se non si conosce ancora perché questa sindrome si sviluppi a settimane di distanza dall’infezione, si ipotizza che potrebbe essere dovuto ad un’eccessiva reazione da parte del sistema immunitario dell’organismo. Per questo è opportuno effettuare degli approfondimenti per comprendere meglio anche il meccanismo di aggressione del virus, per poi intervenire in caso di Coronavirus e malattia di Kawasaki con delle terapie più adeguate.

Per gli approfondimenti e contenuti pubblicati sulla situazione attuale dell’epidemia, invitiamo tutti a leggere le nostre notizie riguardanti il Coronavirus.

Latest news

Ecco come l’umore influenza la salute

Diverse conferme suggeriscono che l'umore influenza la salute anche in modo pesante, determinando a volte lo sviluppo di condizioni di tipo patologico....
- Advertisement -

9 segnali che indicano la presenza dello stress e che non andrebbero mai sottovalutati

Nonostante si tratti dell'artefice di diversi disturbi dell'uomo, spesso si è portati a non considerare i segnali che indicano la presenza dello...

Trovare delle scuse: un’abitudine che rivela molto della personalità

Alcune persone sono propense più di altre a trovare delle scuse, dei pretesti e delle giustificazioni. Più che un comportamento infantile, si...

Più di 20 mila italiani chiedono di fare i braccianti: gli effetti economici del Coronavirus

Se da una parte le aziende agricole hanno lanciato l'allarme per la carenza di manodopera, dall'altra più di 20 mila italiani chiedono...

Related news

Ecco come l’umore influenza la salute

Diverse conferme suggeriscono che l'umore influenza la salute anche in modo pesante, determinando a volte lo sviluppo di condizioni di tipo patologico....

9 segnali che indicano la presenza dello stress e che non andrebbero mai sottovalutati

Nonostante si tratti dell'artefice di diversi disturbi dell'uomo, spesso si è portati a non considerare i segnali che indicano la presenza dello...

Trovare delle scuse: un’abitudine che rivela molto della personalità

Alcune persone sono propense più di altre a trovare delle scuse, dei pretesti e delle giustificazioni. Più che un comportamento infantile, si...

Più di 20 mila italiani chiedono di fare i braccianti: gli effetti economici del Coronavirus

Se da una parte le aziende agricole hanno lanciato l'allarme per la carenza di manodopera, dall'altra più di 20 mila italiani chiedono...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here