Decreto Sostegni: ecco cosa prevede il decreto per l'automobile

Decreto Sostegni, cosa prevede il decreto per l’automobile

Decreto sostegni, il governo Draghi si prepara ad affrontare la pandemia venendo in contro alle esigenze di tante famiglie e attività messe in ginocchio a causa del Covid, e per farlo sta valutando un nuovo ”saldo e stralcio ” delle cartelle esattoriali fino a 5000 euro comprese di interessi tra gli anni 2000 – 2015.

Il decreto sostegni cosa prevede

Tra i numerosi atti che il governo sta decidendo di condonare, potrebbero esserci infatti il mancato pagamento della tassa automobilista, ed eventuali multe. Ma entriamo più nel dettaglio per comprendere cosa si sta decidendo in queste ore.

Bollo d’auto e multe non pagate che succede con il nuovo decreto sostegni?

Al momento il condono del bollo e delle multe si tratta puramente di un ipotesi, anche se ogni ora che passa questa idea sta prendendo sempre più forma. In ogni caso se venisse accettata, si tratterebbero di pendenze con importi inferiori a 5000 euro, sicuramente una bella cifra per chi non è riuscito ad affrontare la spesa del proprio veicolo.

In precedenza già il governo Conte I aveva affrontato il problema delle tasse automobilistiche, cancellando le cartelle approvate nel 2018 inerenti ai debiti tra gli anni 2000 – 2010, all’epoca il tetto fu di massimo 1000 euro. Ora come detto il nuovo governo potrebbe affrontare nuovamente la questione.

Come abbiamo spiegato riguardo al decreto sostegni, al momento si tratta solamente di teoria, e nonostante l’idea prenda sempre più consistenza, e bene ricordare che il Premier Draghi nel suo discorso al parlamento, aveva più volte affermato che si deve contrastare con maggior vigore l’evasione fiscale.

Bisogna però ricordare che tra le diverse anime che compongono la maggioranza di governo, gli schieramenti di sinistra non sono a favore dello stralcio delle cartelle, in quanto lo interpretano come un’altra sanatoria. Quindi al momento Draghi dovrà cercare di mediare e trovare un punto di incontro che possa avere il consenso degli schieramenti politici.

Articolo Precedente

Frosinone, arriva la sentenza definitiva per abuso di minore

Articolo Successivo

Consumo di alcol tra i giovani, due ragazzini all’ospedale