Empoli, esplode una falegnameria: Morto il titolare Francesco di 68 anni

L’ennesima morte bianca sul lavoro è avvenuta durante la giornata di ieri a Empoli. A perdere la vita dopo una grave esplosione è stato il proprietario di una falegnameria.

Empoli esplode una falegnameria e a perdere la vita sul posto di lavoro è proprio il titolare Francesco di 68 anni. In Toscana durante la mattinata di ieri, si è consumata l’ennesima vittima sul lavoro a causa di un’esplosione inaspettata.

La falegnameria in cui è successa la disgrazia di trovava ad Empoli, Firenze. L’esplosione ha così tolto la vita al titolare del negozio di nome Francesco Santiccioli che aveva solamente 68 anni. Una morte inaspettata che ha lasciato tutta la città senza parole e racconta nel dolore insieme alla famiglia del titolare.

Il tutto è avvenuto durante la mattinata di ieri, intorno a mezzogiorno. La falegnameria in questione si trova nel civico 112 di via Pontorme, a Empoli. Dopo la dura esplosione che ha destato fin da subito preoccupazione tra le case vicine e tra gli abitanti, sono intervenuti subito i vigili del fuoco e il 118.

Empoli, esplode una falegnameria: Morto il titolare Francesco di 68 anni

Nonostante i soccorsi siano arrivati in pochissimi minuti, per il titolare Francesco non c’è stato purtroppo nulla da fare. All’interno della falegnameria però, il titolare non era solo infatti, anche un’altra persona di 68 anni è rimasta ferita.

All’interno del negozio sono arrivati anche i Carabinieri, accompagnati dall’ispettorato del Lavoro dell’Asl Toscana Centro. Stando al sopralluogo svolto dall’ispettorato e dai poliziotti, la grande esplosione è arrivata da un compressore.

Empoli esplode una falegnameria

A rilasciare alcune affermazioni in merito alle vittime bianche sul lavoro, sono stati i sindacati della Cgil e Ugl, mostrandosi furiosi contro l’accaduto. Le loro affermazioni infatti sono stati chiarissime: “Una strage silenziosa e continua”.

A scagliarsi contro quanto è accaduto, mostrandosi dispiaciuta per la morte di Francesco, è stata anche la sindaca di Empoli, Brenda Barnini. Lei stessa ha affermato: “Certe cose non dovrebbero mai avvenire e invece ne contiamo ancora. Non si può morire lavorando, la sicurezza sui luoghi di lavoro è un obiettivo ancora lontano, da coltivare con ogni mezzo ed ogni sforzo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*