Fabrizio Corona un calvario senza fine

Fabrizio Corona un calvario senza fine

Sembrano non aver termine i guai che hanno colpito l’ex paparazzo Fabrizio Corona. Dopo gli ultimi episodi che l’hanno visto coinvolto, ecco nuovamente la giustizia abbattersi su di lui, infatti ora rischia la denuncia per minacce contro i pm.

Da giovedì scorso, Fabrizio si trova nel reparto di psichiatria del Niguarda di Milano perché aveva tentato precedentemente di tagliarsi le vene una volta venuto a conoscenza del fatto che doveva tornare in cella a seguito dell’annullamento del differimento di pena da parte del tribunale di sorveglianza a seguito di diverse sue violazioni, dopo quel tentato suicidio Fabrizio inoltre avrebbe postato le foto sui social dove veniva ripreso con il volto coperto di sangue.

Fabrizio Corona rischia un altra denuncia

Adesso proprio quel gesto gli costerà decisamente caro, in quanto nella filmato postato su Istagram, Corona ha attaccato verbalmente sia il sostituto procuratore generale Antonio Lamanna – colui che aveva richiesto che Corona tornasse in prigione – e il magistrato del tribunale di sorveglianza Marina Corti, la quale aveva avvallato il procedimento per il suo rientro in prigione.

Ricordiamo che Corona dal 2019 aveva potuto beneficiare degli arresti domiciliari per potersi curare da diversi problemi psichici provocati dal consumo di cocaina.

Ora però la giustizia ha deciso di riprendere il suo corso, e secondo i magistrati corona ha più volte compiuto delle violazioni – come ad esempio l’utilizzo dei social network, di uscire dalla propria abitazione, e di presentarsi in televisione – motivo per la quale i magistrati hanno intenzione di spingere affinché l’ex dei paparazzi faccia rientro in carcere.

Le minacce di Fabrizio Corona nel filmato

”Questo è solo l’inizio, dottoressa Corti, signor Lamanna questo è solo l’inizio. Quant’è vero Iddio sacrificherò la mia vita per togliervi da quelle sedie”.

Queste sono le parole che i magistrati hanno reputato gravi come una minaccia, e adesso ad occuparsi di questa denuncia saranno i Pm di Brescia. L’avvocato di Fabrizio Corona ha già annunciato che tenterà in ogni modo di presentare ricorso in cassazione per contrastare la decisione del ritorno in carcere del suo assistito.

Articolo Precedente

I risultati dell’autopsia dopo il decesso post vaccino

Articolo Successivo

Laura Pausini si scaglia contro il vaticano