Take a fresh look at your lifestyle.

Ferrara sotto choc: telefona ai carabinieri “Ho ucciso mio figlio”

0 2

Ferrara si sveglia sotto choc per la morte di un bambino di un anno. Questa mattina i carabinieri hanno ricevuto la telefonata di una donna in stato d’agitazione che affermava di aver ucciso il proprio figlio. Una volta giunti sul posto le forze dell’ordine fanno l’atroce scoperta

Ferrara: Una donna ha ucciso il proprio figlio di un anno

Una volta giunti sul posto gli agenti delle forze dell’ordine sono stati aggrediti dalla donna che aveva telefonato per informarli della morte di suo figlio. Le forze dell’ordine hanno faticato non poco per bloccare e ammanettare la donna, e una volta entrati nella casa hanno fatto l’atroce scoperta.

All’interno della camera da letto infatti, vi era il corpo del piccolo ormai privo di vita.
Sul posto sono intervenuti anche i sanitari del 118 i quali hanno cercato di fare per quaranta minuti di rianimare il bambino senza però riuscirci.

Mentre i carabinieri di Ferrara controllavano l’abitazione, hanno anche scoperto che all’interno di un altra camera da letto vi erano nascosti due bambini, uno di 5 e l’altro di 9 anni in completo stato di choc. I due bambini al momento sono stati affidati alla nonna.
Una situazione difficile all’interno del nucleo familiare

Stando alle indagini finora eseguite dalle forze dell’ordine, sembra che la famiglia stava attraversando un momento turbolento all’interno delle mura domestiche. I due bambini dormivano all’interno di una camera da letto, mentre la madre e la vittima avevano una stanza per se.

- Advertisement -

Per quanto riguarda il padre di famiglia, è risultato che ormai da diverse settimane non vivesse più sotto lo stesso tetto.

I possibili  motivi dietro l’omicidio di Ferrara

Secondo alcune dichiarazioni rilasciate da dei vicini ai giornalisti, la donna era da diverso tempo che non riusciva a chiudere occhio, a causa a quanto pare del fatto che il bambino piangeva tutta la notte per problemi legati ai denti, questo oltre alla situazione familiare potrebbe aver spinto la donna, all’insano gesto.

Inoltre una volta arrestata i carabinieri hanno costatato che sulle braccia della madre vi erano diversi tagli e ferite da coltello.

Al momento la donna si trova presso l’ospedale di Cona nel reparto psichiatria, e per lei si intravede l’accusa di omicidio.

Le cause della morte del piccolo al momento sono sconosciute, ma presto la procura potrebbe disporre l’autopsia per chiarire in che modo il piccolo sia stato ucciso.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.