Home Notizie curiose L’incredibile filmato di due bambini diventa virale

L’incredibile filmato di due bambini diventa virale

0

I due fuggitivi ripresi dalle telecamere

Il video sta facendo letteralmente impazzire i social, e noi abbiamo deciso di raccoglierlo per voi. I personaggi di questo video sono due bambini, e se vi state chiedendo come mai questo video abbia scaturito tanto interesse, guadate voi stessi.

L’incredibile fuga da parte di un bambino, aiutato dal fratello più piccolo, ha fatto il giro del web in pochissimo tempo, catturando like , commenti esilaranti e condivisioni a non finire.

La fuga è stata filmata da una baby cam messa nella camera dei due bambini. I genitori erano ignari di tutto quello che stava accadendo nella stanza dei figli.

Volete vedere la prodezza di questo esperto di evasione? bene eccola qui!

Il filmato dei due bambini in fuga

Nel video vediamo il bambino più grande che prende una sedia e con uno sforzo enorme riesce a sollevarla sopra la culla.

Mentre fa tutto questo, il fratellino rimane vigile e attento a ciò che sta accadendo in silenzio. almeno fino a quando non si lascia ad un esultanza un po troppo vivace, rischiando di attirare l’attenzione dei genitori.

Mentre Finn (questo è il nome del bambino biondo che tenta di scappare), cerca di prendere la sedia e di rimetterla in piedi, ecco che l’altro fratello vedendo il piccolo in difficoltà decide di aiutarlo.

Poche mosse, e la sedia può essere usata per scavalcare le sbarre. Almeno per il più grande, mentre il più piccolo rimane per un attimo a guardare indeciso sul da farsi.

Poi spinto dagli incitamenti del maggiore, eccolo anche lui riuscire a svignarsela dalla loro prigione! tutto collaborando come due buoni fratelli.

Chissà se mamma e papà una volta visti arrivare nella loro stanza, saranno orgogliosi della collaborazione tra loro! Noi di certo alla fine di tutto, abbiamo capito del perché questo video ha ottenuto milioni di like su tutti i social. Buona visione a tutti e se volete mettete un commento a fine articolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here