Take a fresh look at your lifestyle.

Insegue dei lupi con la macchina e filma tutto per i social

0 1

Qualche giorno fa un filmato aveva scatenato l’indignazione del web facendo insorgere gli utenti. In questo filmato si vedeva chiaramente un automobile che inseguiva un gruppo di lupi, con il sottofondo dei commenti divertiti del guidatore.
Tra le parole e le risate che si alternano nel filmato si è udito chiaramente la frase ”mo li scanno”.
In poche ore il filmato trasmesso sui social ha fatto il giro delle piattaforme, portando gli utenti ad alzare un’unica voce di protesta contro l’autore del gesto.

Il protagonista della vicenda è Luca Ghedina, fratello del campione di sci Kristian Ghedina. Dopo aver visto la rabbia scatenata sui social ha deciso di parlare e di raccontare i fatti secondo la sua versione.

Lupi contro la difesa di Luca Ghedina

”Non ho avuto alcuna intenzione vessatoria su quei 4 lupi. Se rifarei il video? Si, eviterei solo di dire la parola ‘scanno’ che nel mio dialetto significa comunque ‘stancare’ e non altro”.

- Advertisement -

Questa è la presa di posizione dell’autore del video che ha rilasciato un’intervista attraverso ”I Dolomiti”.

Qui sotto alcune delle sue risposte:

“Il video l’ho fatto io ma poi l’ho mandato solamente ad un gruppo di WhatsApp di Alpago e a mia madre. Non sono stato io a metterlo sui social”.

Ghedina inoltre afferma di aver ricevuto numerose minacce da parte di diverse associazioni animaliste dopo quel filmato.

”Si da alcune persone delle associazioni animaliste. Ma sono già stato dai carabinieri forestali. Quello che doveva essere fatto è già stato fatto. Ho ricevuto minacce a palate, a me, ai miei figli e a tutta la mia famiglia.

Io in azienda ho un’ottantina di animali, li tengo bene ed io sono un uomo che vuole bene alle bestie. Ci vivo e ci lavoro, se fossi una ‘bestia’, come vengo descritto con certi commenti sui social, avrei già avuto altri problemi in passato anche da parti degli enti preposti a verificare la situazione in cui tengo gli animali nel mio allevamento”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.