Home Tutto lifestyle Ipoglicemia ecco i trattamenti di emergenza

Ipoglicemia ecco i trattamenti di emergenza

0

Se vivi con il diabete di tipo 1, sei probabilmente consapevole che quando il livello di zucchero nel sangue scende troppo in basso, provoca una condizione nota come ipoglicemia. Questo accade quando il livello di zucchero nel sangue scende a 70 milligrammi per decilitro o meno.

Se non trattata, l’ipoglicemia può causare convulsioni e perdita di coscienza. Nei casi più gravi, può persino essere fatale. Ecco perché è così importante imparare a riconoscerlo e trattarlo. Prenditi un momento per imparare cosa funziona per curare l’ipoglicemia e cosa no.

Riconosci i segni e i sintomi

I sintomi dell’ipoglicemia possono variare da persona a persona. Parte della gestione del diabete di tipo 1 sta imparando a riconoscere i propri segni e sintomi di ipoglicemia. I primi segni e sintomi possono includere: sudorazione o brividi, nervosismo e ansia, irritabilità o impazienza, incubi, confusione, pelle pallida, battito cardiaco accelerato, vertigini, sonnolenza, debolezza, fame, nausea, visione offuscata, formicolio intorno alla bocca, mal di testa, goffaggine, biascicamento.

Usa un misuratore di glucosio o un misuratore di glucosio continuo per controllare il livello di zucchero nel sangue se ritieni di avere ipoglicemia. Avrai bisogno di cure se la glicemia è scesa a 70 mg/dL o meno. Se non si dispone di un glucometro o di un monitor disponibili, chiamare il medico per ricevere il trattamento il più presto possibile.

Rivolgersi al proprio medico o andare immediatamente in ospedale se il trattamento non aiuta e i sintomi non migliorano. Se stai perdendo conoscenza e non è disponibile glucagone, chiama o chiedi a qualcun altro di contattare immediatamente i servizi medici di emergenza.

Tratta i primi sintomi con carboidrati ad azione rapida

Puoi trattare i primi sintomi dell’ipoglicemia mangiando carboidrati ad azione rapida. Mangia o bevi circa 15 grammi di carboidrati ad azione rapida, come: compresse di glucosio o gel di glucosio, 1/2 tazza di succo di frutta o soda non dietetica, 1 cucchiaio di miele o sciroppo di mais, 1 cucchiaio di zucchero disciolto in acqua.

Dopo circa 15 minuti, controlla di nuovo il livello di zucchero nel sangue. Se è ancora troppo basso, mangia o bevi altri 15 grammi di carboidrati ad azione rapida. Ripetere questi passaggi fino a quando la glicemia non ritorna al range normale. Fino a quando la glicemia non torna alla normalità, evitare cibi che contengono grassi, come il cioccolato.

Questi alimenti possono impiegare più tempo a rompersi. Quando la glicemia torna alla normalità, prova a mangiare uno spuntino o un pasto con carboidrati e proteine per stabilizzare la glicemia. Ad esempio, mangia del formaggio e dei cracker o mezzo panino. Se hai un bambino con diabete di tipo 1, chiedi al suo medico quanti grammi di carboidrati dovrebbero consumare per curare l’ipoglicemia. Potrebbero aver bisogno di meno di 15 grammi di carboidrati.

Tratta l’ipoglicemia grave con glucagone

Se sviluppi una grave ipoglicemia, potresti essere troppo confuso o disorientato per mangiare o bere. In alcuni casi, potresti sviluppare convulsioni o perdere conoscenza. In questo caso, è importante che tu riceva un trattamento con glucagone.

Questo ormone segnala al fegato di rilasciare glucosio immagazzinato, aumentando il livello di zucchero nel sangue. Per prepararsi a una potenziale emergenza, è possibile acquistare un kit di emergenza glucagone o polvere nasale. Fai sapere ai tuoi familiari, amici o colleghi dove trovare questo farmaco e insegna loro quando e come usarlo.

Leggi anche:

© Riproduzione riservata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here