Take a fresh look at your lifestyle.

Mangiare sano: Ecco quanto l’attenzione esagerata diventa psicopatologia

3

Mangiare sano è importante per la nostra salute mentale e soprattutto fisica ma quanto l’attenzione esagerata di trasforma in un vero e proprio disturbo alimentare? Nell’articolo di oggi infatti, vogliamo spiegarvi quanto a volte la scelta quasi ossessiva di un’alimentazione può portare a una vero e proprio disturbo ossessivo-compulsivo.

Questa “patologia” nel dettaglio, si chiama ortoressia ed è un disturbo importante da capire e da conoscere visti i problemi che può causare. Essa, infatti, può comportare serie patologie e come la depressione e la denutrizione. Alcuni medici e psicologi hanno avuto la possibilità di studiare e approfondire al meglio l’ortoressia e si è scoperto che ben oltre 3 milioni di italiani hanno devi veri e propri disturbi alimentari.

Nel dettaglio scopriamo insieme cosa è realmente l’ortoressia e quanto l’ossessione per il mangiare sano possa portare a gravi patologie.

Mangiare sano: L’ossessione può portare all’ortoressia

- Advertisement -

L’ortoressia è semplicemente il termine che descrive un disturbo alimentare e di una forma di attenzione troppo esagerata nei confronti delle regole alimentari. Essa va dalla classica scelta del cibo alle caratteristiche più importanti anche se, non è ancora ufficialmente riconosciuta come una vera malattia. L’ortoressia è stata proposta come patologia da Stave Bratman nel 1997. Bratman infatti, ha spiegato di sentirci un “ex-ortoressico” e spiega come certi suoi comportamenti quasi maniacali uniti alla paura di ingrassare, possono ottenere risultati negativi anche per il sistema nervoso.

Proprio per questo motivo infatti è importante capire quali siano i sintomi e comportamenti precisi dell’ortoressia. Il primo è quello di sentirsi bene e soddisfatto solamente quasi si mangia in modo pulito e sano proprio come la persona voleva, per non avere sensi di colpa.

Un sintomo molto importante è invece quello di studiare in modo maniacale tutte le caratteristiche dei vari alimenti che si hanno intenzione di mangiare.
Nel dettaglio i comportamenti ossessivi sono:

  • Restrizione dei cibi che si possono assumere.
  • Evitare cene con amici, parenti, ristoranti e tutti i pasti in cui c’è il rischio di fare “sgarri”.
  • Studiare le caratteristiche dei cibi prima di preparare i vari pasti della giornata.
  • Pianificazione drastica dei pasti.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.