Baby Mop, la tutina per il bambino che gattona e pulisce

Si chiama Baby Mop ed è un'idea a dir poco esilarante per tutte le mamme ogni giorno alle prese con bimbi piccoli e faccende...

Cistite in gravidanza, sintomi e prevenzione

La cistite in gravidanza, ovvero l'infiammazione della vescica, è una condizione dolorosa e fastidiosa che colpisce spessissimo l'universo femminile. Le probabilità di contrarre quest'infiammazione...

Colpo di calore nel bambino, cosa fare?

Uno dei problemi che da genitori possiamo trovarci ad affrontare riguarda il colpo di calore nel bambino. Se, infatti, da neonati è difficilissimo che...

Infezione ai polmoni contratta annusando i calzini sudati

Un uomo di nazionalità cinese con l'abitudine di annusare i propri calzini sudati e sporchi, è finito in ospedale procurandosi un'infezione ai polmoni. A...

Cucciolo di bradipo fissa dolcemente la telecamera

Un tenero scatto diffuso da The Sloth Sanctuary of Costa Rica mostra in primo piano un cucciolo di bradipo che fissa teneramente l'obiettivo. The Sloth...

Mette al mondo una bambina e la abbandona sugli scogli

Ha messo al mondo la sua bambina, e immediatamente l’ha abbandonata tra gli scogli lasciandola ad un tragico destino.
Il gup del Tribunale di Bari, Giovanni Abbattista, ha deciso di condannare a 14 anni di carcere la giovane di 24 anni originaria di Castellana Grotte Lidia Rubino, colpevole di omicidio volontario aggravato della figlia appena venuta al mondo.

Il fatto è accaduto sulla spiaggia di MonopoliCala Monaci‘ il 12 febbraio 2017. La piccola è stata ritrovata da una coppia ben tre giorni dopo quando ormai non c’era più niente da fare.

L’imputata aveva richiesto il rito abbreviato, e il giudice ha escluso l’aggravante per futili motivi concedendo un attenuante in quanto era stato riconosciuto il parziale vizio di mente.

La ragazza, che si è avvalsa dell’avvocato Nicola Miccolis, al momento si trova agli arresti domiciali, dopo aver scontato già 4 mesi di detenzione, ora si trova in una comunità terapeutica.

Durante l’incidente probatorio, su richiesta del suo avvocato, è stata sottoposta ad una perizia psichiatrica che ha confermato la sua semi-infermità mentale, la quale ha confermato che in quel momento stava vivendo un ” momento dissociativo”.

Bambina abbandonata sugli scogli di monopoli

Condannata per omicidio della sua bambina

Inoltre sono stati trovati livelli superiori alla norma il tasso alcolemico nel sangue.
Secondo la perizia medico – legale, la bambina ribattezzata ”Chiaraluna”, era venuta al mondo sana, e sarebbe deceduta nel giro di pochissime ore a causa delle basse temperature e dell’acqua del mare.

Le indagini sono state coordinate dal pm di Bari Giuseppe Dentamaro, che ha collaborato con gli agenti del Commissariato di Monopoli. I primi sospetti per la morte della bambina, erano ricaduti sul compagno della donna, la cui posizione poi è stata totalmente archiviata.

L’avvocato Nicola Miccolis tenta però di spezzare una lancia in favore della sua assistita parlando di lei, rilasciando questa dichiarazione ai media locali.

“Lidia, ancora oggi, è molto scossa e provata dall’accaduto. E’ profondamente pentita. È evidente che al momento dei fatti ci sia stato un black out, – ha detto cosi l’avvocato – qualcosa che si è verificato e che ha inficiato le capacità cognitive e volitive della ragazza. Lidia, ormai da molti mesi, è agli arresti domiciliari in una comunità terapeutica in cui sta affrontando un importante percorso di recupero”.

“Quello che i processi penali non possono fare è restituire la vita alle vittime, – ha dichiarato il legale Miccolis – ma quello che dal processo si pretende è una accurata e attenta valutazione di quanto accaduto e delle ragioni che l’hanno determinato. Agli operatori del diritto è richiesto proprio questo, la lucidità e la capacità di non farsi trasportare dai sentimenti e dalle emozioni. Emozioni forti che ormai da tempo travolgono Lidia. La sentenza di oggi chiude la prima fase di questo processo. Attendo di conoscere le motivazioni della sentenza, – ma è certo che ricorreremo in appello”.

© Riproduzione riservata

Must Read

Baby Mop, la tutina per il bambino che gattona e pulisce

Si chiama Baby Mop ed è un'idea a dir poco esilarante per tutte le mamme ogni giorno alle prese con bimbi piccoli e faccende...

Cistite in gravidanza, sintomi e prevenzione

La cistite in gravidanza, ovvero l'infiammazione della vescica, è una condizione dolorosa e fastidiosa che colpisce spessissimo l'universo femminile. Le probabilità di contrarre quest'infiammazione...

Colpo di calore nel bambino, cosa fare?

Uno dei problemi che da genitori possiamo trovarci ad affrontare riguarda il colpo di calore nel bambino. Se, infatti, da neonati è difficilissimo che...

Infezione ai polmoni contratta annusando i calzini sudati

Un uomo di nazionalità cinese con l'abitudine di annusare i propri calzini sudati e sporchi, è finito in ospedale procurandosi un'infezione ai polmoni. A...

Cucciolo di bradipo fissa dolcemente la telecamera

Un tenero scatto diffuso da The Sloth Sanctuary of Costa Rica mostra in primo piano un cucciolo di bradipo che fissa teneramente l'obiettivo. The Sloth...

Related Articles

Baby Mop, la tutina per il bambino che gattona e pulisce

Si chiama Baby Mop ed è un'idea a dir poco esilarante per tutte le mamme ogni giorno alle prese con bimbi piccoli e faccende...

Cistite in gravidanza, sintomi e prevenzione

La cistite in gravidanza, ovvero l'infiammazione della vescica, è una condizione dolorosa e fastidiosa che colpisce spessissimo l'universo femminile. Le probabilità di contrarre quest'infiammazione...

Colpo di calore nel bambino, cosa fare?

Uno dei problemi che da genitori possiamo trovarci ad affrontare riguarda il colpo di calore nel bambino. Se, infatti, da neonati è difficilissimo che...

Infezione ai polmoni contratta annusando i calzini sudati

Un uomo di nazionalità cinese con l'abitudine di annusare i propri calzini sudati e sporchi, è finito in ospedale procurandosi un'infezione ai polmoni. A...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here