Home Cronaca dal mondo Non c’è più fritto misto? volano i pugni

Non c’è più fritto misto? volano i pugni

0
Non c’è più fritto misto? volano i pugni

Fritto misto terminato e volano pugni

Livorno – un pranzo domenicale decisamente da dimenticare per queste persone. Una rissa è scoppiata in un ristorante, e ha visto coinvolti diversi clienti e i gestori del locale, per il semplice motivo che era terminato il fritto misto.

Non sempre un pranzo o una cena al ristorante va come avremmo voluto. Solitamente accade un prezzo troppo alto, un comportamento sgarbato che ci infastidisce, o una semplice botta e risposta tra cliente e proprietario, che si conclude con una cattiva recensione online.

Questa volta però la situazione è decisamente degenerata. L’episodio è successo poco dopo il pranzo, all’interno e all’esterno di un locale posto sul lungomare della città Toscana. La notizia ha fatto anche il giro dei media locali.

Un fritto misto mancato

Tutto è iniziato con delle semplici lamentele da parte di un cliente, il quale protestava per la lunga attesa nel servizio, e i piatti che arrivavano freddi a tavola.

La goccia però che ha fatto scaturire il putiferio, sembra che sia stata la comunicazione che in cucina non c’era più pesce fritto nonostante l’ordine era già partito.

Due clienti hanno iniziato a rivolgere parole pesanti ad una cameriera , e questo ha attirato l’attenzione del proprietario che è intervenuto immediatamente cercando di calmare gli animi. Certamente il titolare non si aspettava la reazione che è seguita poi.

Dalle parole però si è passato ai fatti, e sono cominciati a volare pugni schiaffi e sedie nemmeno fosse un film con Bud spencer e Terence hill.

La rissa non si è fermata solo nel locale

La resa dei conti è proseguita anche fuori dal locale, tant’è che è dovuta intervenire la polizia.
Sul posto sono accorsi anche i medici del 118.

Ad aver avuto la peggio è stato un ragazzo di 24 anni, colpito con forza alla testa.
L’uomo però è stato dimesso con la prognosi di 7 giorni.

© Riproduzione riservata

Potrebbero interessarti anche:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here