Take a fresh look at your lifestyle.

Non pagare l’affitto e il proprietario gli spara tre volte

0 3

Per non pagare l’affitto, il proprietario finisce arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Sono scattate le manette per Giuseppe Di Maio 35 enne proprietario di un appartamento in via Castellana a Palermo. Da una prima ricostruzione delle forze dell’ordine l’uomo ha esploso tre colpi di pistola contro l’inquilino che si rifiutava di pagare l’affitto. Ora per lui c’è l’accusa di tentato omicidio.

Non pagare l’affitto: Proprietario spara all’inquilino

Le forze dell’ordine in breve tempo, grazie alla testimonianza dei diversi testimoni che hanno assistito alla scena, sono riusciti a ricostruire la dinamica dei fatti, ed hanno arrestato Giuseppe Di Maio con l’accusa di tentato omicidio nei confronti del suo inquilino M.T di 37 anni.

Il proprietario di casa aveva chiesto un incontro con il suo inquilino per discutere della situazione del non pagare l’affitto di un appartamento posto in via Castellana.
I due si sono incontrati in Via Roccazzo, e da li poco dopo sarebbe scoppiata una furibonda lite, poi degenerata nel tentato omicidio con tre colpi esplosi nei confronti della vittima.

Il figlio dell’inquilino, che aveva accompagnato il padre per risolvere la questione del non pagare l’affitto, una volta visto il genitore stramazzare al suolo colpito dai proiettili, ha allertato immediatamente le forze dell’ordine che sono arrivate sul posto il prima possibile. Li il giovane ha dato una descrizione dell’uomo e ha spiegato l’accaduto.

La fuga di Giuseppe Di Maio però non è durata molto, in quanto diversi residenti della zona che hanno assistito alla scena, sono intervenuti usando le maniere forti. Una volta iniziate le ricerche gli agenti hanno costatato che il colpevole era steso al suolo pieno di lividi e con addosso il revolver e tre proiettili ancora nel tamburo dell’arma pronta a sparare.

- Advertisement -

Sul luogo sono intervenuti anche i soccorritori del 118, i quali una volta costatato le condizioni di salute della vittima, hanno predisposto il trasporto d’urgenza presso il Policlinico. Nonostante i tre colpi di pistola M.T non è in pericolo di vita.

Palermo sparatoria per non pagare l'affitto

La perquisizione dell’appartamento di Giuseppe Di Maio

Dopo aver condotto anche l’aggressore presso l’ospedale per le cure, i carabinieri hanno immediatamente ottenuto un mandato per perquisire l’abitazione dell’uomo, in cerca di qualche indizio ulteriore che potesse rafforzare l’indagine.

Gli agenti una volta entrati nell’appartamento hanno scoperto che l’uomo deteneva un’altra arma, oltre alla licenza per essa.

Una volta concluse le cure, per Giuseppe Di Maio è stato accompagnato presso il commissariato per essere ascoltato sui fatti.

Ora la procura sta raccogliendo tutti gli elementi, con ogni probabilità l’uomo sarà accusato di tentato omicidio, e questo solo perché il suo inquilino, per motivi personali ha deciso di non pagare l’affitto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.