Baby Mop, la tutina per il bambino che gattona e pulisce

Si chiama Baby Mop ed è un'idea a dir poco esilarante per tutte le mamme ogni giorno alle prese con bimbi piccoli e faccende...

Cistite in gravidanza, sintomi e prevenzione

La cistite in gravidanza, ovvero l'infiammazione della vescica, è una condizione dolorosa e fastidiosa che colpisce spessissimo l'universo femminile. Le probabilità di contrarre quest'infiammazione...

Colpo di calore nel bambino, cosa fare?

Uno dei problemi che da genitori possiamo trovarci ad affrontare riguarda il colpo di calore nel bambino. Se, infatti, da neonati è difficilissimo che...

Infezione ai polmoni contratta annusando i calzini sudati

Un uomo di nazionalità cinese con l'abitudine di annusare i propri calzini sudati e sporchi, è finito in ospedale procurandosi un'infezione ai polmoni. A...

Cucciolo di bradipo fissa dolcemente la telecamera

Un tenero scatto diffuso da The Sloth Sanctuary of Costa Rica mostra in primo piano un cucciolo di bradipo che fissa teneramente l'obiettivo. The Sloth...

Ora legale 2020: quando si deve cambiare l’orario

Tra le 2 e le 3 di notte di domenica 29 marzo si dovrà cambiare l’orario, si passerà così dall’ora solare all’ora legale. In pratica, si dovranno spostare le lancette degli orologi in avanti di un’ora. Una convenzione che in Italia si applica da decenni per sfruttare al meglio l’irradiazione dei raggi del sole nel corso della stagione calda. Dunque per questo 2020 si applicherà questa convenzione anche se si è ipotizza una sua possibile abolizione nel breve periodo.

Di fatto, lo scorso anno si è diffusa l’ipotesi di poter abolire nel nostro Paese il cambio tra ora solare e quella legale. Un’eventualità che l’Italia ha respinto, inviando la richiesta di mantenere questa convenzione direttamente a Bruxelles. Infatti l’UE ha annullato l’obbligo di effettuare questo cambio di orario a partire dal 2021. Come conseguenza è stata concessa maggiore libertà decisionale agli Stati europei, che così potranno scegliere in piena autonomia il proprio fuso orario.

Con il cambio dell’orario si decreta in maniera ufficiale il passaggio dall’ora solare all’ora legale, con regolare spostamento delle lancette in avanti. Come conseguenza le giornate andranno incontro ad un progressivo allungamento, con più ore di luce, ma si dormirà un’ora in meno.

In genere, dopo questo cambiamento di orario, il corpo degli uomini per adattarsi dal punto di vista fisiologico e metabolico ha bisogno di un pò di rodaggio. L’organismo deve adattarsi al cambio dell’ora, quindi impiegherà un po’ di tempo per far convergere il proprio orologio biologico, sorretto dai ritmi circadiani, a quello che scandisce l’alternanza tra ore di luce e di buio. Dopo qualche giorno di malessere che segnala questa transizione si recupera la propria routine. Infatti, può capitare che dopo il cambio di orario le persone risentono di qualche disturbo quali: stanchezza, irritabilità, deficit di concentrazione, inappetenza, alterazioni del sonno. In seguito si torna alla normalità, quando l’organismo si è completamente adattato con il corso dei giorni.

Ora legale 2020: quando si deve cambiare l'orario

Ora legale: qualche cenno storico

L’istituzione dell’ora legale risale a qualche secolo fa, con lo scopo di ottimizzare in modo pratico la disponibilità delle ore di luce durante la stagione estiva. Si tratta di un’idea lanciata per la prima volta da Benjamin Franklin, con un suo articolo dal contenuto satirico, pubblicato sul quotidiano francese Journal de Paris nel 1784. Infatti il famoso scienziato e politico statunitense suggerì di anticipare la sveglia, in modo da ottenere un buon risparmio energetico. L’eclettico pensatore invitò tutti ad alzarsi prima al mattino per sfruttare di più la luce del sole, risparmiando sulle candele di sera.

Secondo le fonti storiche il primo a proporre l’idea dell’ora avanti fu un entomologo neozelandese, George Vernon Hudson, il quale teorizzò questa convenzione nel 1895. Infatti lo scienziato si rivolse direttamente alla Royal Society della Nuova Zelanda per suggerire di spostare le lancette dell’orologio in avanti nel corso dell’estate, per usufruire di più ore di luce nella fase serale. Infine, nel 1907, il costruttore inglese William Willet invitò ad applicare l’ora legale come soluzione per far fronte alla crisi energetica che colpì le nazioni europee durante la Prima guerra mondiale.

La Gran Bretagna è stata uno dei primi Paesi ad aderire a tale scansione del tempo. Infatti dal 1916, la Camera dei Comuni di Londra deliberò per tale rituale. Anche in Italia è stata applicata per la prima volta nel 1916, ma poi si sono susseguiti periodi di abolizione e sua riconferma per rientrare in vigore dal 1966, dopo l’approvazione di una legge ufficiale del 1965. Una decisione presa per provvedere, in modo alquanto razionale, alla distribuzione del fabbisogno energetico. Per quanto riguarda la storia più recente, a partire dal 2001 si è istituito il cambio di ora in tutti i Paesi dell’Unione Europea. Con inizio ufficiale nel corso dell’ultima domenica di marzo per poi terminare l’ultima domenica del mese di ottobre.

Approfondisci

10 Motivi per cui bisogna dormire senza vestiti
Allergie primaverili, 5 consigli per sopravvivere
Cuscino anti rumore, russare non è mai stato così silenzioso

Must Read

Baby Mop, la tutina per il bambino che gattona e pulisce

Si chiama Baby Mop ed è un'idea a dir poco esilarante per tutte le mamme ogni giorno alle prese con bimbi piccoli e faccende...

Cistite in gravidanza, sintomi e prevenzione

La cistite in gravidanza, ovvero l'infiammazione della vescica, è una condizione dolorosa e fastidiosa che colpisce spessissimo l'universo femminile. Le probabilità di contrarre quest'infiammazione...

Colpo di calore nel bambino, cosa fare?

Uno dei problemi che da genitori possiamo trovarci ad affrontare riguarda il colpo di calore nel bambino. Se, infatti, da neonati è difficilissimo che...

Infezione ai polmoni contratta annusando i calzini sudati

Un uomo di nazionalità cinese con l'abitudine di annusare i propri calzini sudati e sporchi, è finito in ospedale procurandosi un'infezione ai polmoni. A...

Cucciolo di bradipo fissa dolcemente la telecamera

Un tenero scatto diffuso da The Sloth Sanctuary of Costa Rica mostra in primo piano un cucciolo di bradipo che fissa teneramente l'obiettivo. The Sloth...

Related Articles

Baby Mop, la tutina per il bambino che gattona e pulisce

Si chiama Baby Mop ed è un'idea a dir poco esilarante per tutte le mamme ogni giorno alle prese con bimbi piccoli e faccende...

Cistite in gravidanza, sintomi e prevenzione

La cistite in gravidanza, ovvero l'infiammazione della vescica, è una condizione dolorosa e fastidiosa che colpisce spessissimo l'universo femminile. Le probabilità di contrarre quest'infiammazione...

Colpo di calore nel bambino, cosa fare?

Uno dei problemi che da genitori possiamo trovarci ad affrontare riguarda il colpo di calore nel bambino. Se, infatti, da neonati è difficilissimo che...

Infezione ai polmoni contratta annusando i calzini sudati

Un uomo di nazionalità cinese con l'abitudine di annusare i propri calzini sudati e sporchi, è finito in ospedale procurandosi un'infezione ai polmoni. A...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here