Perché il Covid uccide

Perché il Covid uccide: La verità dietro una ricerca tedesca basata sulle autopsie

Perché il Covid uccide più spesso rispetto a quanto accade a causa di altre patologie è la domanda che i ricercatori tedeschi si sono domandati in questi ultimi mesi. Proprio per questo, è nata una ricerca tedesca basata proprio sulle autopsie tanto così la terrificante conferma.

A parlare di tutto questo sono stati proprio due esperti che hanno preso parte in modo attivo all’indagine e che hanno deciso, proprio come riporta Il Giornale.it di spiegare i dati emersi. L’Università Charité di Berlino ha così pubblicato all’interno delle riviste più importanti del mondo quanto il Covid-19 sia più mortale rispetto alle altre malattie preesistenti.

La risposta è arrivata dopo aver eseguito alcune ricerche sui corpi di 26 persone con un’età media di circa 70 anni. Gli esperti dopo aver svolto le ricerche su pazienti morti a causa dell’infezione del Sars-Cov-2, hanno spiegato: “Valutando sistematicamente le cause di morte e le condizioni di salute preesistenti i nostri risultati rivelano che le cause di morte erano direttamente correlate al COVID-19 nella maggior parte dei deceduti”.

“Mentre non sembrano essere un risultato immediato di condizioni di salute preesistenti e comorbidità. La maggioranza dei pazienti ha perso la vita a causa di un aggravamento dalla loro situazione da parte delle preesistenti malattie”.

Perché il Covid uccide: La verità dietro una ricerca tedesca basata sulle autopsie

Il Professor Mario Umberto Mondelli ha sottolineato anche che: “Le cause dirette di morte qui non si discutono, è un esame autoptico seppur in un numero limitato di pazienti perché è sempre difficile chiedere il permesso per eseguire un’autopsia soprattutto se i familiari sono, ovviamente, devastati dal lutto. In oltre i quattro quinti di questi 26 pazienti, le patologie che hanno portato alla morte sono direttamente o strettamente correlate al Covid”.

Il lavoro dei ricercatori tedeschi ha così sottolineato quanto l’insufficienza renale sia tra le patologie più presenti, in grado di aiutare il virus a indebolire l’organismo. Mondelli prosegue spiegando: “Tutti i pazienti esaminati avevano ipertensione, stile di vita erroneo dovuto al fumo di sigaretta, il consumo di alcol che provoca danni cardiaci e al fegato che può anche soffrire in queste condizioni. L’obesità, poi, porta più rapidamente al ricovero ma non è una causa indipendente di morte”.

Perché il Covid uccide

Mario Umberto Mondelli come riportato dal sito Il Giornale.it, ha spiegato ance come il virus riesca ad uccidere con un immediato arresto cardiaco: “Il virus uccide immediatamente in qualche caso può uccidere per immediato arresto cardiaco perché infetta anche il tessuto miocardico. Non dimentichiamo che il virus crea delle infiammazioni vascolari e trombosi che sono causa di morte ma è il virus che le innesca”.

A terminare le dichiarazioni è stato anche il Prof. Gori intervisto da Il Giornale.it che ha affermato perché il Covid uccide di più rispetto alle altre patologie: “Una persona con uno scompenso cardiaco importante, se contrae il Covid, ha buone probabilità di morire per scompenso cardiaco. Ma questo scompenso è aggravato ed acuito dal virus: se non l’avesse contratto, lo scompenso cardiaco avrebbe consentito alla persona di continuare a vivere”.

Articolo Precedente

Madè Neumair, non credo a mio fratello. E’ un assassino”

Articolo Successivo

Moderna vaccino anti Covid: Emerge un effetto collaterale inaspettato