21.2 C
Rome
mercoledì 27 Maggio 2020

Reddito d’emergenza: a chi spetta e come si richiede

Il Decreto Rilancio ha disposto l’erogazione del reddito d’emergenza, come sussidio per supportare le famiglie colpite dalla crisi economica derivante dalla pandemia da Coronavirus. Il sostegno economico può arrivare fino ad un massimo di 1.600 euro se si sommano le due mensilità e non potrà essere rinnovato, infatti dura solo due mesi. Si precisa che si eroga in due tranche. Da quanto riferito dal governo non lo si deve considerare un’integrazione al reddito familiare.

Il suo importo si deve calcolare in base al numero dei componenti del nucleo familiare del richiedente. Il reddito d’emergenza va da un minimo di 400 euro ad un massimo di 800 euro al mese, esiste comunque la possibilità di un importo superiore che arriva a 840 se in casa c’è un disabile grave. Infatti, il calcolo della cifra del sussidio dipende dalla composizione del nucleo familiare. Le domande per richiederlo vanno presentate entro il 30 giugno all’Inps.

Per poter beneficiare di tale contributo economico si devono possedere dei requisiti quali: avere un Isee inferiore a 15mila euro ed un valore del reddito familiare, ad aprile 2020, inferiore ai 10mila euro, accresciuta di 5mila euro per ogni ulteriore componente del nucleo e fino ad un massimo di 20mila euro.

Ma è previsto un ulteriore incrementato di 5mila euro se nel nucleo familiare è presente un disabile grave oppure una persona non autosufficiente. Inoltre è necessaria la residenza in Italia, ma senza il vincolo dei 10 anni; un requisito che invece esclude molti stranieri dal reddito di cittadinanza.

Come si calcola il reddito d’emergenza

Il reddito d’emergenza può essere chiesto anche da single, nel caso in cui il nucleo familiare sia composto dal solo richiedente si corrisponderà la somma di 400 euro al mese. Per effettuare il calcolo dell’importo del reddito d’emergenza si associa al richiedente il valore di 1, mentre si deve aggiungere 0,4 per ogni componente maggiorenne oppure 0,2 per ogni componente minorenne, in modo da ottenere il parametro di scala.

Si ricava così una cifra che si dovrà moltiplicare per il valore base di 400 euro. Ad esempio, se il nucleo familiare è composto da due persone maggiorenni il calcolo da eseguire è il seguente: 1,4 x 400 (560 euro).

Si precisa però che il parametro di scala da moltiplicare potrà raggiungere il valore massimo di 2, associato a quelle famiglie molto numerose, così si motiva la quota massima del reddito d’emergenza di 800 euro al mese. Se in famiglia è presente un disabile grave oppure un soggetto non autosufficiente, allora si aumenta il valore massimo in quanto corrisponde al valore 2,1. Come conseguenza cresce l’importo del reddito d’emergenza da corrispondere, arrivando ad un totale di 840 euro al mese.

Non possono beneficiare di questo sostegno economico i nuclei familiari in possesso di un reddito familiare superiore al valore base, come anche quelle famiglie in cui un componente abbia un contratto di lavoro subordinato con retribuzione lorda pari o superiore alla cifra del sussidio.

Inoltre non può richiedere il reddito d’emergenza chi riceve o ha in casa una persona che percepisce altre forme di reddito come: il reddito di cittadinanza, la cassa integrazione, il bonus autonomi, la pensione. Sono esclusi dal reddito di emergenza, i lavoratori domestici che potranno percepire l’indennità da 500 euro per colf e badanti.

Prima che venisse confermato in maniera ufficiale da parte del governo il reddito d’emergenza con la presentazione del Decreto Rilancio, era circolata la voce secondo la quale i beneficiari di reddito di cittadinanza potessero cumulare i due sostegni di tipo economico.

Ma ora è stato ribadito che non potranno riceverlo quelle famiglie che ad oggi ricevono il reddito di cittadinanza. La procedura per raccogliere le richieste è gestita da Inps, si prevede che ad inizio giugno sarà disponibile la piattaforma per inoltrare la domanda per ottenere il reddito d’emergenza.

Latest news

Ecco come l’umore influenza la salute

Diverse conferme suggeriscono che l'umore influenza la salute anche in modo pesante, determinando a volte lo sviluppo di condizioni di tipo patologico....
- Advertisement -

9 segnali che indicano la presenza dello stress e che non andrebbero mai sottovalutati

Nonostante si tratti dell'artefice di diversi disturbi dell'uomo, spesso si è portati a non considerare i segnali che indicano la presenza dello...

Trovare delle scuse: un’abitudine che rivela molto della personalità

Alcune persone sono propense più di altre a trovare delle scuse, dei pretesti e delle giustificazioni. Più che un comportamento infantile, si...

Più di 20 mila italiani chiedono di fare i braccianti: gli effetti economici del Coronavirus

Se da una parte le aziende agricole hanno lanciato l'allarme per la carenza di manodopera, dall'altra più di 20 mila italiani chiedono...

Related news

Ecco come l’umore influenza la salute

Diverse conferme suggeriscono che l'umore influenza la salute anche in modo pesante, determinando a volte lo sviluppo di condizioni di tipo patologico....

9 segnali che indicano la presenza dello stress e che non andrebbero mai sottovalutati

Nonostante si tratti dell'artefice di diversi disturbi dell'uomo, spesso si è portati a non considerare i segnali che indicano la presenza dello...

Trovare delle scuse: un’abitudine che rivela molto della personalità

Alcune persone sono propense più di altre a trovare delle scuse, dei pretesti e delle giustificazioni. Più che un comportamento infantile, si...

Più di 20 mila italiani chiedono di fare i braccianti: gli effetti economici del Coronavirus

Se da una parte le aziende agricole hanno lanciato l'allarme per la carenza di manodopera, dall'altra più di 20 mila italiani chiedono...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here