Home Tutto lifestyle Reflusso acido: Tutto quello che c’è da sapere

Reflusso acido: Tutto quello che c’è da sapere

0

Tutto quello che devi sapere sul reflusso acido

Se hai sintomi di reflusso acido più di due volte a settimana, potresti avere una condizione nota come malattia da reflusso gastroesofageo. Secondo gli esperti questo disturbo colpisce circa il 20 percento delle persone negli Stati Uniti. Se non trattato, a volte può causare gravi complicazioni.

Sintomi

Il reflusso acido può causare una sensazione di bruciore a disagio nel petto, che può irradiarsi verso il collo. Questa sensazione è spesso conosciuta come bruciore di stomaco. Se hai reflusso acido, potresti sviluppare un sapore aspro o amaro nella parte posteriore della bocca.

Potrebbe anche causare rigurgito di cibo o liquidi dallo stomaco alla bocca. In alcuni casi, può causare difficoltà a deglutire . A volte può portare a problemi respiratori, come una tosse cronica o l’ asma.

Cause

Lo sfintere esofageo inferiore è una banda circolare di muscoli alla fine dell’esofago. Quando funziona correttamente, si rilassa e si apre quando si deglutisce. Quindi si restringe e si richiude in seguito. Il reflusso acido si verifica quando lo stomaco non si stringe o si chiude correttamente. Ciò consente ai succhi digestivi e altri contenuti dallo stomaco di salire nell’esofago.

Opzioni di trattamento

Per prevenire e alleviare i sintomi, il medico potrebbe incoraggiarti a modificare le tue abitudini alimentari o altri comportamenti. Potrebbero anche suggerire di assumere farmaci da banco, come:
antiacidi, Bloccanti del recettore H2, inibitori della pompa protonica (PPI), In alcuni casi, potrebbero prescrivere bloccanti del recettore H2 o PPI più forti.

Se è grave e non risponde ad altri trattamenti, potrebbe essere raccomandato un intervento chirurgico. Alcuni farmaci da banco e da prescrizione possono causare effetti collaterali. Scopri di più sui farmaci disponibili per il trattamento.

Chirurgia

Nella maggior parte dei casi, i cambiamenti nello stile di vita e i farmaci sono sufficienti per prevenire e alleviare i sintomi. Ma a volte è necessario un intervento chirurgico. Ad esempio, il medico potrebbe raccomandare un intervento chirurgico se i cambiamenti nello stile di vita e i farmaci da soli non hanno fermato i sintomi.

Potrebbero anche suggerire un intervento chirurgico se hai sviluppato complicanze. Esistono diversi tipi di interventi chirurgici per il trattamento.

Diagnosi

Se il tuo medico sospetta che tu possa avere questo sintomo, condurrà un esame fisico e chiederà eventuali sintomi che hai riscontrato. Potrebbero utilizzare una o più delle seguenti procedure per confermare una diagnosi o verificare la presenza di complicanze:

Endoscopia superiore: un tubo flessibile con una minuscola videocamera viene infilato nell’esofago per esaminarlo e raccogliere un campione di tessuto (biopsia) se necessario
Manometria esofagea: un tubo flessibile viene infilato nell’esofago per misurare la forza dei muscoli esofagei
Monitoraggio esofageo del pH: un monitor viene inserito nell’esofago per sapere se e quando l’acido dello stomaco vi penetra

Sintomi nei neonati

Circa i due terzi dei bambini di 4 mesi presentano sintomi di reflusso. Fino al 10 percento dei bambini di 1 anno ne è affetto. È normale che i bambini sputino cibo e vomito a volte. Ma se il tuo bambino sta vomitando cibo o vomitando frequentemente, potrebbe avere questo disturbo.

Se questo nostro articolo ti è sempbrato interessante e utile, non perderti tutte le altre nostre notizie sulla tua salute.

Leggi anche:

© Riproduzione riservata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here