Take a fresh look at your lifestyle.

Rsa da incubo a Civitavecchia

0 6

I controlli eseguiti dalle forze dell’ordine di Civitavecchia hanno messo alla luce la pessima gestione di una Rsa a Santa Marinella, dove gli anziani residenti erano abbandonati legati ad un letto e costretti a nutrirsi tramite siringhe.
Nei guai oltre al gestore, finiscono anche 17 tra Oss e infermieri.

Scoperta ennesima RSA da incubo

Le indagini sono partite grazie alla denuncia di alcuni famigliari di un anziano residente nella Rsa, e hanno messo alla luce l’ennesimo scandalo che si consuma dietro le pareti di quei edifici dove le persone fragili dovrebbero vivere dignitosamente e assistiti, ma che purtroppo diverse volte non è risultato cosi.

Quello che hanno trovato gli agenti lascia letteralmente senza parole: nella struttura gli anziani erano abbandonati completamente a loro stessi, gli Oss presenti non avevano la minima attenzione nei loro riguardi.

Gli anziani avevano addosso ancora pannoloni sporchi da diversi giorni, e il cibo dopo averlo frullato veniva spinto a forza con una siringa rischiando cosi anche il soffocamento.

- Advertisement -

Oltre a questo spettacolo macabro, le forze dell’ordine hanno costatato che venivano somministrati diversi farmaci con base di benzodiazepine e antipsicotici senza alcuna prescrizione medica, ma a discrezione del personale del posto.

Dalle prove raccolte, oltre al trattamento disumano ricevuto, gli anziani residenti erano sottoposti anche ad insulti minacce e derisione da parte dei dipendenti della struttura. Al momento si contano ben 12 soggetti costretti a tale situazione.

Le indagini hanno portato risultati

Dopo aver ricevuto la denuncia dalla parte dei familiari, i militari della Stazione di Santa Marinella assieme alla collaborazione del Nucleo Operativo e Radiomobile, si sono immediatamente attivati, e hanno deciso di sequestrare le cartelle cliniche dei diversi pazienti per poterle analizzare.

Stando alle parole degli inquirenti, al momento nella RSA sono indagate ben 17 persone tra infermieri e Oss con l’accusa di vari reati:
si passa dai maltrattamenti in famiglia, al sequestro di persona a falsità ideologica commessa da pubblici ufficiali in atti pubblici

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.