Scontri per una ragazza: scoppia la guerriglia

Scontri per una ragazza: scoppia la guerriglia

Sono avvenuti degli scontri per una ragazza dove fanno Volare bottiglie, colpi di machete e spranghe di ferro in pieno giorno davanti ad ignari passanti che scappano terrorizzati una volta compreso cosa sta accadendo.

Sembra una giornata come tante, ma in verità la guerriglia è dietro l’angolo. Si sono dati appuntamento su Istagram i due gruppi di giovanissimi coinvolti nella maxi rissa in centro a Desio. Grazie all’intervento rapido da parte delle forze dell’ordine, si sono riusciti a fermare ed indentificare circa 6 ragazzi, 3 dei quali minorenni.

Secondo alcuni dettagli ad essere coinvolti sono in totale una ventina di giovanissimi, della zona del Cinisello e abitanti del luogo teatro degli scontri. A quanto risulta, il motivo degli scontri sarebbe una ragazza da contendere.

Una specie di ”duello romantico” moderno gli scontri avvenuti per una ragazza, peccato però che di romanticismo in questa battaglia non vi sia assolutamente niente. La sfida tra i due gruppi è avvenuta come ormai avviene sempre più spesso, ossia attraverso i social, dove sono stati pubblicate minacce e sfide con tanto di foto di machete e armi di ogni genere.

I filmati degli scontri per una ragazza finiscono in rete

Il tutto è iniziato con la banda proveniente da Cinisello che ha deciso di occupare in maniera sfrontata la piazza di Desio e anche un parcheggio, iniziato poi a mettere in mostra le armi che si erano portati per lo scontro.
Sono stati momenti di puro terrore per i passanti della zona che si sono ritrovati in mezzo a lanci di bottiglie e altri numerosi oggetti.

Gli scontri per una ragazza ha coinvolto due gruppi di giovani ed è stato filmato da diverse persone, proprio grazie a quelle immagini combinate con l’intervento tempestivo delle forze dell’ordine che ora molti di questi guerrieri di strada dovranno rispondere davanti alla legge del loro comportamento violento.

Inoltre ai reati di rissa aggrava e porto abusivo di arma atta ad offendere, il gruppo di Cinisello balsamo dovrà anche pagare una multa di 400 euro per aver infranto le norme di contenimento della pandemia, avendo violato la zona arancione.

Non è la prima volta che ci troviamo ad assistere a notizie simili, dove gli scontri per una ragazza, hanno portato feriti e denunce. Purtroppo fatti come questi, le persone coinvolte sono quasi sempre dei giovani.

Articolo Precedente

Zlatan Ibrahimovic, la verità sul cachet di Sanremo 2021: “I soldi li diamo in beneficenza”

Articolo Successivo

Leonardo ucciso a 20 mesi: Richiesto l’ergastolo per il compagno e la mamma