Scoprire un tradimento nel 2019? Ci pensa lo smartwatch

Scoprire un tradimento? Ci pensa lo smartwatch

Scoprire un tradimento al giorno d’oggi non è così complicato. Se prima farsi beccare non era così scontato, oggi invece lo diventa. Tutto sta nel seguire le “tracce” che lascia il partner.

Se state pensando che il tradimento si nasconda dietro un registro chiamate, dietro WhatsApp o, peggio ancora, dietro la rubrica dei contatti, siete fuori strada.

Non troppo tempo fa, per scoprire che il nostro partner ci tradiva, bisognava pedinarlo. Seguire i suoi spostamenti, interrogare amici, parenti. E le “ricerche” non andavano sempre a buon fine.

C’era sempre quel qualcuno disposto a coprire l’amico, il fratello, la sorella. Le chat non erano ancora arrivate e tanto meno i telefonini sempre appresso. Un presentimento poteva rimanere tale per anni, senza essere nè confermato né smentito.

Poi sono arrivati gli smartphone ed i social, con tutto ciò che ne consegue. Chat, profili fake, doppi profili per spiare il partner, identità virtuali che consentono di curiosare nella vita intima.

Oggi, però le cose si sono evolute. Se pensate che un tradimento si nasconda tra le chat di WhatsApp o Facebook, allora significa che siete rimasti indietro. E anche tanto.

Scoprire un tradimento: perdonare o nascondersi?

Mettiamo le cose in chiaro. Scoprire un tradimento è sempre doloroso. E molto spesso chi ci prova, non vuole davvero avere la certezza. Si accontenta di rimanere con una sensazione a cui non riesce a dare il nome.

La sicurezza che ci offre un rapporto d’amore vale più di molti tradimenti per tantissime persone. Uomini o donne che siano. Essere traditi è terribile, ma può esserlo ancora di più scoprirlo.

Ci sono poi persone in grado di perdonare. Di lasciar perdere un torto subito, seppur molto grande. E persone che mettono davanti a tutto l’amore che provano per l’altro.

Non tutti siamo uguali. C’è anche chi vede il tradimento dove non c’è, chi passa le sue giornate immerso nelle paranoie di esser stato tradito. E magari accanto ha una persona che non lo farebbe mai.

E poi ci sono invece gli assetati di verità. Coloro i quali farebbero di tutto per dare un volto alla loro sensazione. A quella percezione disgustosa che ci fa dire “qui c’è qualcuno che non si sta comportando bene”.

Tutti però, abbiamo in comune una cosa. Tutti vorremmo vivere il nostro rapporto in serenità. Senza rinunciare alla persona che abbiamo scelto. Non proprio tutti: qualcuno vuole solo vendicarsi!

Scoprire un tradimento attraverso app e smartwatch: il caso

Di recente ha fatto molto scalpore il caso della giornalista Jane Slater, che twittava la sua scoperta. Il compagno la tradiva e lei ammetteva di averlo scoperto in un modo davvero particolare.

Il tweet della giornalista, che ha ottenuto quasi 50 mila reactions recita così:
Un mio ex una volta per Natale mi regalò uno Fitbit (smatwatch). Lo adorai. Ci sincronizzammo, iniziammo a motivarci l’uno con l’altra. Finché alle 4 del mattino notai un’attività intensa sull’app. Non ci potevo credere“.

E invece, proprio quell’attività sospetta la portò a capire che il compagno di allora la stava tradendo. Strano, bizzarro? Assolutamente si. Ma è uno dei casi in cui la tecnologia aiuta anche a scrollarsi di dosso storie che non ci appartengono più. Che non sono più nostre.

La giornalista non è stata né la prima ma nemmeno l’ultima persona ad aver scoperto un tradimento con uno smartwacht. C’è addirittura chi se n’è accorto grazie alle app di fitness, scaricate sul telefonino del proprio partner.

Come? Beh, se il vostro compagno vi dicesse che è stato a casa con la febbre e non è uscito ma poi il suo contapassi segnasse 8 mila passi? Cosa direste? Che forse vi ha mentito. E per quale ragione mentirvi?

Insomma, oggi i modi per scoprire se siete stati traditi sono davvero tanti. Molti di questi passano per gli aggeggi che teniamo in mano o sul corpo per la maggior parte della giornata.

Iniziare ad aguzzare lo sguardo potrebbe servire. O magari regalare, visto che siamo sotto le feste, uno di questi al proprio partner? Che ne dite?

Articolo Precedente

Saponette alla birra, per una doccia particolare

Articolo Successivo

Attacchi di fame improvvisa: la ragione forse è il cuore