Robadasocial.it
Magazine di notizie curiose dal mondo

Scuola materna: bimba picchiata, la dura reazione del padre

Scuola materna degli orrori. La bambina non vuole mettersi il grembiule e la maestra la colpisce. Il padre la vede da una telecamera da remoto e torna a scuola a regolare i conti

Scuola materna degli orrori: bambina percossa e soffocata

Siamo in una scuola materna della Cina. E’ ora di andare a scuola ed il Signor Hu accompagna sua figlia in classe. La bambina non vuole mettere il grembiule. E fa i capricci.

Un atteggiamento usuale da parte di molti bambini soprattutto a quell’età. Quando le regole non vogliono seguirle e non ne vogliono sapere delle imposizioni da parte degli adulti.

Quella mattina la bambina è di cattivo umore, non ha intenzione di collaborare. Viene affidata alla maestra e condotta in classe. Il padre però tornato a casa ha una strana sensazione e decide di controllare la figlia da remoto.

Molte scuole in Cina sono dotate di telecamere collegate con i computer dei genitori a casa. La motivazione sembra essere la sicurezza. E così è anche per la scuola della piccola.

Davanti ai suoi occhi si è però palesata una situazione e una visione scioccante. Il Signor Hu è stato testimone di atteggiamenti poco consoni ad una maestra, verso una bimba così piccola.

Nel video il papà vede sua figlia strattonata dalla maestra mentre questa cerca di metterle il grembiule. E poi parte un tentativo di soffocarla e qualche spinta e uno schiaffo.

La bambina viene consolata da un altro insegnante ma la maestra ritorna da lei per riprovare a infilarle il grembiule. Lei si rifiuta e viene percossa, scossa e picchiata nuovamente.

Scuola materna in ansia: la furia del padre e la reazione con la maestra

Scuola degli orrori in Cina
Credit: Asiawire

Il padre non ci vede più dalla rabbia e ritorna di corsa a scuola. La sua rabbia è incontenibile a tal punto che una volta recuperata la bambina e messa in disparte, torna in classe e mette le mani addosso alla maestra.

Le da un calcio, un pugno e uno schiaffo e va via. Ma la vicenda è destinata ad avere diversi risvolti non proprio sereni. La bambina viene riaccompagnata a casa dalla mamma.

Il padre invece, insieme alla maestra viene arrestato. A entrambi viene chiesto di conciliarsi e di chiedersi scusa reciprocamente per evitare accuse penali. Ma il padre non ci sta.

Dice di non aver visto nemmeno l’ombra del pentimento negli occhi della maestra e di non voler patteggiare. Piuttosto sceglie di restare una settimana in carcere e di pagare una multa salata.

Non sarà lui di sicuro a scendere a compromessi. Da parte lesa, pur avendo alzato le mani alla maestra, non si sente di dovere le sue scuse.

La maestra invece viene arrestata e resterà in carcere, le verrà tolta la possibilità di insegnare a vita, riceverà una multa salatissima e sarà licenziata dalla scuola.

Scuola degli orrori: le dichiarazioni del padre

Scuola materna: bimba picchiata
Scuola materna degli orrori in Cina: Credit: AsiaWire/AsiaWire

Una punizione che fa riflettere. “Accetto le conseguenze delle mie azioni ma l’insegnante deve essere arrestata” ha dichiarato il papà della povera piccola.

“Ha rifiutato di scusarsi e quindi non le importava perdere il lavoro. Il suo atteggiamento è da vili e non posso assolutamente accettarlo” ha continuato, sentito dalle autorità locali.

Chi si occupa della cura e della gestione dei bambini non dovrebbe mai scendere così in basso. Non dovrebbe mai ricorrere a questi atteggiamenti per farsi ascoltare.

La vicenda viene dalla Cina ma molto spesso anche in Italia sentiamo di queste notizie. Notizie che non vorremmo mai sentire. E’ intollerabile pensare che quello che dovrebbe essere un luogo sicuro per eccellenza invece non lo è.

Ecco perché è sempre bene avere gli occhi aperti e ascoltare tutti i segnali che arrivano dai nostri bambini. Per evitare un giorno di sentirci impotenti se qualcosa non va fra le quattro mura in cui passano gran parte della loro giornata.

Atteggiamenti del genere non vanno mai tollerati. E pensare che spesso sono i genitori stessi a usare questi metodi con i figli. Proprio non troppo tempo fa riportavamo la notizia del Daily Mail del bambino morto a causa dei genitori.

© Riproduzione riservata

Potrebbe interessarti anche:

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Supponiamo che tu stia bene con questo, ma puoi annullare l'iscrizione, se lo desideri. Accetta Leggi Tutto