Baby Mop, la tutina per il bambino che gattona e pulisce

Si chiama Baby Mop ed è un'idea a dir poco esilarante per tutte le mamme ogni giorno alle prese con bimbi piccoli e faccende...

Cistite in gravidanza, sintomi e prevenzione

La cistite in gravidanza, ovvero l'infiammazione della vescica, è una condizione dolorosa e fastidiosa che colpisce spessissimo l'universo femminile. Le probabilità di contrarre quest'infiammazione...

Colpo di calore nel bambino, cosa fare?

Uno dei problemi che da genitori possiamo trovarci ad affrontare riguarda il colpo di calore nel bambino. Se, infatti, da neonati è difficilissimo che...

Infezione ai polmoni contratta annusando i calzini sudati

Un uomo di nazionalità cinese con l'abitudine di annusare i propri calzini sudati e sporchi, è finito in ospedale procurandosi un'infezione ai polmoni. A...

Cucciolo di bradipo fissa dolcemente la telecamera

Un tenero scatto diffuso da The Sloth Sanctuary of Costa Rica mostra in primo piano un cucciolo di bradipo che fissa teneramente l'obiettivo. The Sloth...

Il governo aumenta i fondi per i disabili, la Regione Lombardia li taglia

La denuncia parte dal consigliere del Partito Democratico Gian Antonio Girelli ”La regione ha deciso di tagliare i fondi per i disabili gravi”, la Lega non ci sta e risponde a queste accuse per voce dell’assessore con delega alla Disabilità Stefano Bolognini ”Assolutamente falso. E’ una fake news”.

Mentre i due partiti si accusano a vicenda, la preoccupazione di 7mila famiglie lombarde ( dati provenienti da LEDHA, aggiornati fino a dicembre 2019) continua a crescere.

Ma cosa c’è di vero in questa faccenda? i fondi per i disabili sono stati tagliati dalla regione lombardia a guida lega, nonostante il governo ha previsto un aumento?

Sembra proprio di si, in quanto il 23 dicembre la giunta ha approvato la delibera n.2720 che si rivolge proprio al Piano Regionale per non l’autosufficienza negli anni 2019-2021. La scelta a quanto sembra sarebbe quella di cambiare i requisiti per ricevere i fondi, che salvo cambiamenti, dal prossimo mese saranno tagliati.

La scure dei tagli colpirà sopratutto le famiglie con disabili in gravi condizioni.
Al momento la situazione è questa, anche se l’opposizione ha deciso di dare battaglia.

Le ultime voci di corridoio ci svelano che la sera del 14 gennaio, la regione ha approvato ben due mozioni, una firmata dal Partito Democratico, mentre l’altra dalla maggioranza, per chiedere che la giunta lombarda tornasse indietro con la decisione di tagliare i fondi.

Taglio sui fondi per i disabili incomprensibile

Il taglio dei fondi però è decisamente incomprensibile, in quanto il governo Conte 2 ha stanziato proprio alla Regione Lombardia, un aumento di denaro pubblico, passando dagli attuali 70 milioni di euro a 91.

Come viene confermato da Business Insider, il taglio sarà di ben 60% in due anni per ogni famiglia. Nel 2018 il taglio era del 40%. La lega però cerca di difendersi e risponde attraverso Bolognini, queste le sue dichiarazioni:

“Ci siamo adeguati a una norma statale”.

Proprio questo viene duramente contestato dalle famiglie e associazioni che aiutano le persone in difficoltà: L’esecutivo ha deciso che per ogni famiglia con persone non autosufficienti spettino almeno 400 euro, e la regione lombarda, che a differenza di tante altre ne offriva di più da diversi anni, ha deciso di intervenire riducendo cosi il beneficio.

Quindi si, la regione si è adeguata alla norma avvicinandosi agli standard delle altre ragioni, ma non era stato richiesto esplicitamente. Inoltre il taglio ha portato un abbassamento nella qualità dei servizi offerti per le famiglie in difficoltà.

Questo cosa comporta per le famiglie?

La misura B1 (in questo modo vengono identificati i disabili gravissimi), viene inserita ex novo una soglia di reddito Isee di 50.000 euro (la soglia aumenta fino a 65.000 in caso il beneficiario sia un minorenne). Il contributo minimo ogni mese erogato viene abbassato da 900 euro a 400 euro.

Insomma un taglio drastico di ben 500 euro, che però rimane solo se si può assumere una badante e che essa offra assistenza per almeno 40 ore. Le associazioni protestano duramente contro la regione affermando che non tutte le persone in difficoltà possono permettersi di avvalersi dell’aiuto di una badante per le ore richieste.In poche parole se una persona non è in grado di avere il servizio di badanti per le 40 ore, dovrà rinunciare a una buona parte del contributo, e dovrà trovare da se il modo di poter pagare lo stipendio e i contributi previdenziali all’assistente.

Fino ad oggi il contributo medio era di 1000 euro mensili indipendentemente dalle ore di assistenza utilizzate, ma dal prossimo mese tutto questo non sarà possibile. Le associazioni per i diritti dei disabili come detto stanno protestando contro la decisione della Regione, e affermano che in questo modo le condizioni saranno destinate a peggiorare per i soggetti più deboli.

Insomma per un partito che si dichiara pronto a governare l’intero paese, sembra che le persone non autosufficienti non rientrino nei loro programmi elettorali.

© Riproduzione riservata

Must Read

Baby Mop, la tutina per il bambino che gattona e pulisce

Si chiama Baby Mop ed è un'idea a dir poco esilarante per tutte le mamme ogni giorno alle prese con bimbi piccoli e faccende...

Cistite in gravidanza, sintomi e prevenzione

La cistite in gravidanza, ovvero l'infiammazione della vescica, è una condizione dolorosa e fastidiosa che colpisce spessissimo l'universo femminile. Le probabilità di contrarre quest'infiammazione...

Colpo di calore nel bambino, cosa fare?

Uno dei problemi che da genitori possiamo trovarci ad affrontare riguarda il colpo di calore nel bambino. Se, infatti, da neonati è difficilissimo che...

Infezione ai polmoni contratta annusando i calzini sudati

Un uomo di nazionalità cinese con l'abitudine di annusare i propri calzini sudati e sporchi, è finito in ospedale procurandosi un'infezione ai polmoni. A...

Cucciolo di bradipo fissa dolcemente la telecamera

Un tenero scatto diffuso da The Sloth Sanctuary of Costa Rica mostra in primo piano un cucciolo di bradipo che fissa teneramente l'obiettivo. The Sloth...

Related Articles

Baby Mop, la tutina per il bambino che gattona e pulisce

Si chiama Baby Mop ed è un'idea a dir poco esilarante per tutte le mamme ogni giorno alle prese con bimbi piccoli e faccende...

Cistite in gravidanza, sintomi e prevenzione

La cistite in gravidanza, ovvero l'infiammazione della vescica, è una condizione dolorosa e fastidiosa che colpisce spessissimo l'universo femminile. Le probabilità di contrarre quest'infiammazione...

Colpo di calore nel bambino, cosa fare?

Uno dei problemi che da genitori possiamo trovarci ad affrontare riguarda il colpo di calore nel bambino. Se, infatti, da neonati è difficilissimo che...

Infezione ai polmoni contratta annusando i calzini sudati

Un uomo di nazionalità cinese con l'abitudine di annusare i propri calzini sudati e sporchi, è finito in ospedale procurandosi un'infezione ai polmoni. A...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here