Tenta il suicidio a Casal dè Pazzi

Tenta il suicidio a Casal dè Pazzi

Domenica mattina a Casal dè Pazzi degli agenti di polizia salvano un uomo mentre tenta di compiere un folle gesto togliendosi la vita

Una domenica mattina ad un passo dalla tragedia per questa famiglia residente a Casal de’ Pazzi situata nella zona periferica nord est della capitale. Il fatto è avvenuto molto presto, e alle 6:00 di mattina la polizia riceve la telefonata con richiesta di intervento.

Dall’altro capo del telefono c’è una donna che allarmata chiede al 112 di fare presto in quanto il figlio di 40 anni si trova sopra il tetto della palazzina e minaccia di gettarsi nel vuoto.

Tenta il suicidio ma gli salvano la vita

Gli agenti delle forze dell’ordine rispondono velocemente alla chiamata, e una volta giunti sul posto trovano la donna visibilmente sotto shock mentre indica il tetto dove si trova il figlio.
L’uomo di 40 anni si trovava proprio in posizione sdraiata sul tetto, con le gambe perse nel vuoto, ma questo non ha frenato gli agenti delle forze dell’ordine che hanno allertato i pompieri, e non hanno perso tempo salendo anch’essi sul tetto.

Una volta raggiunto, gli agenti hanno notato che intorno al suo collo c’era una corda che era legata poi ad un tubo di gomma per annaffiare. I poliziotti vedendo la situazione decisamente pericolosa, hanno cercato di parlare con lui prendendo minuti preziosi in attesa che arrivassero i vigili del fuoco. L’uomo tra le lacrime e la disperazione ha cercato di spiegare perché del suo gesto.

“Voglio morire, lasciatemi in pace, la mia vita è uno schifo, lasciateme sta’ in pace, me vojo butta’’

L’uomo tenta il suicidio gettandosi dal tetto

E’ bastato un attimo, tenta il suicidio e senza alcuna esitazione l’uomo si è lasciato cadere dal tetto. Senza pensarci due volte, gli agenti hanno agito di istinto ed entrambi sono accorsi in suo aiuto cercando in ogni modo di impedire che il suo gesto avesse una tragica conclusione.

Il gesto dei poliziotti è stato provvidenziale, e sono riusciti ad afferrare appena in tempo l’uomo. Con difficoltà e nonostante l’opposizione dell’aspirante suicida , i due agenti assieme ad altri colleghi accorsi in loro soccorso, sono riusciti a tirarlo su riportandolo sul tetto.

L’uomo è stato poi affidato alle cure dei sanitari, e con il supporto dei vigili del fuoco è stato accompagnato presso l’ospedale Sandro Pertini in codice rosso. La madre dell’uomo commossa dal gesto dei due agenti, ha ringraziato personalmente i due.

Articolo Precedente

Lite condominiale, aggredita una donna anziana disabile

Articolo Successivo

AstraZeneca, professore muore dopo essersi vaccinato