Robadasocial.it
Magazine di notizie curiose dal mondo

Terremoto Albania: l’aiuto concreto da parte di Kledi Kadiu

Terremoto Albania: scende in campo il ballerino albanese di Maria De Filippi Kledi per aiutare la popolazione sconvolta dal sisma dei giorni scorsi

Terremoto Albania: Kledi Kadiu solidale ai terremotati del suo paese

Terremoto in Albania, è partita la corsa solidale che vede impegnate migliaia di persone nel raccogliere qualsiasi bene primario che possa aiutare il popolo albanese. Ed anche Kledi Kadiu, celebre ballerino di Amici, si mobilita.

L’artista che da anni vive con la famiglia in Emilia Romagna, ha un grande legame con la sua terra d’origine. E’ in Albania che infatti conserva i suoi ricordi da ragazzo e dove risiede una parte della sua famiglia.

Sconvolto dopo aver appreso del terribile terremoto che ha devastato una parte di Durazzo, anche Kledi ha scelto di fare qualcosa per la sua terra, per aiutare le famiglie in difficoltà.

La fortissima scossa che nella notte fra il 25 e il 26 novembre ha colpito il territorio albanese ha causato diverse decine di morti ma anche centinaia di feriti. Una grande paura che ha messo in ginocchio non solo abitazioni ma anche esercizi commerciali.

Proprio in questi giorni Kledi avrebbe dovuto mettersi in viaggio per raggiungere la sua Tirana per uno stage di danza. “Dovevo partire per tenere uno stage e fino all’ultimo momento non riuscivo ad annullare l’impegno. E’ un appuntamento rimandato, tornerò prestissimo” ha dichiarato il ballerino in un’intervista.

Presto, infatti, Kledi porterà aiuto e sostegno ai suoi conterranei grazie alle lezioni di danza, il cui ricavato sarà interamente devoluto in beneficienza.

Terremoto Albania: le notizie dai familiari di Kledi

Kledi avrebbe spiegato di aver sentito le scosse di terremoto dall’Italia e di essersi preoccupato moltissimo per le sorti del suo paese. “Ho sentito il terremoto da casa mia, mi sono svegliato di soprassalto e ho chiamato subito la mia famiglia che vive a Tirana, a soli 30 km da Durazzo”.

Una paura enorme dall’altro lato della cornetta, come testimonia lo stesso Kledi. “Stanno tutti bene ma la paura è stata tanta, chiaramente. Ora tante persone stanno vivendo per strada perché hanno timore che ci possa essere un’altra scossa” ha dichiarato.

“I miei genitori mi hanno informato che Durazzo è stata colpita molto duramente da queste scosse e che la città è stata quasi per metà distrutta e rasa al suolo. E’ una situazione che mette ansia a tutti, anche a me che vivo qui”.

In effetti la forza distruttrice del terremoto non ha lasciato inermi. La solidarietà sta arrivando da più parti e anche i Vigili del Fuoco pare si siano fatti promotori di diverse azioni benefiche a sostegno delle popolazioni terremotate.

“Ci si sente senza potere di fare nulla, in balia della natura non governabile” avrebbe concluso Kledi, ancora sotto shock per l’accaduto. “Speriamo tutto possa essere ricostruito e la situazione si normalizzi al più presto per il bene di chi d’inverno non può vivere per strada con la paura”.

Intanto oggi il bilancio delle vittime del terremoto più forte che ha colpito l’Albania negli ultimi anni è salito a 40. Questa mattina una nuova scossa ha colpito Durazzo intorno alle 12. Molti gli abitanti che si sono riversati per le strade terrorizzati.

Intanto il Premier Edi Rama ha comunicato che tra le vittime ci sarebbero ben 17 donne e anche 4 bambini di età compresa fra i 3 e gli 8 anni. Ma stando alle ricerche, la conta delle persone rimaste sotto le macerie potrebbe aumentare.

Quello che tutti speriamo è che le scosse finiscano presto e si possa ristabilire ordine e serenità. Tutto andrà ricostruito e le macerie rimosse. Un grande lavoro aspetta la città. Ma solo in questo modo il popolo di Durazzo potrà risollevarsi dagli effetti di un sisma che resterà un lontano brutto ricordo.

© Riproduzione riservata
Potrebbe interessarti anche:

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Supponiamo che tu stia bene con questo, ma puoi annullare l'iscrizione, se lo desideri. Accetta Leggi Tutto