3.3 C
Monaco di Baviera
giovedì, Gennaio 28, 2021

Reality Show: la verginità all’asta contro i pregiudizi

Reality show in cerca di partecipanti che vogliano travolgere il senso del pudore e perdere la loro purezza mettendo la verginità all'asta

Da non perdere

L’idea della verginità all’asta è venuta proprio a un documentarista australiano che avrebbe convinto alcuni ragazzi a partecipare ad un reality show. E’ Justin Sisley la mente di un reality australiano nel quale i giovani mettono all’asta la loro verginità in cambio di denaro.

Un progetto che non è stato ben accolto dalle autorità australiane. Sisley è stato infatti costretto a spostare la sua produzione per evitare l’accusa di prostituzione.
Tre i partecipanti già sotto contratto, che hanno scelto in cambio di 20 mila dollari di prendere parte all’asta. A loro, andrà anche il 90% del prezzo al quale hanno scelto di vendere la propria intimità.

Mentre il 10% ricavato da ogni “vendita” andrà al bordello che ospiterà l’evento. Gli offerenti proporranno i loro budget online ed alla parte conclusiva dell’asta saranno presenti nel bordello.

Il reality show non è stato accolto favorevolmente. Parla una partecipante

La prima ragazza ad aver scelto di partecipare al reality è Veronica ed è australiana. 21 anni e tanta voglia di sfidare la morale comune, firmando il contratto con la Sisley.

“Sto vendendo la mia verginità per denaro e potrebbe essere visto come prostituzione”, dice. “Non è chiaramente una cosa ripetibile quindi è certo che non diventerò una prostituta” conclude.

A chi le ha chiesto se ha pensato che potrebbe rimpiangerlo, ha risposto di no. Idee chiare, quindi. Malgrado questa convinzione però il progetto sembra non sia piaciuto ai genitori dei ragazzi coinvolti.

Il regista ha infatti ammesso di aver ricevuto non poche critiche in merito. “SO che i genitori mi odiano, ma sono scelte: i figli hanno deciso così e così sarà”.

Si aspetta di capire se il progetto potrà veramente andare in porto o se sarà fermato da qualche accusa verso il regista che al momento sembra muoversi nel pieno della legalità. Fino a prova contraria.

Non perderti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Leggi anche